SAN BENEDETTO – Si sta definendo nei dettagli il cartellone degli eventi legati al Bea, Banco dell’Enogastronomia e dell’Artigianato che si svolgerà nei giorni 23, 24 e 25 aprile nella Palazzina Azzurra di San Benedetto. La manifestazione viene promossa anche in occasione del Vinitaly che si tiene in questi giorni a Verona, attraverso la consegna di materiale pubblicitario sulla rassegna fieristica corredato anche da un coupon per agevolare l’arrivo dei visitatori.
La partecipazione sarà consistente considerando che è previsto l’arrivo dal Nord-Italia di sei pullman tra operatori e turisti che hanno acquistato il pacchetto Bea: si tratta di un segnale forte che attraverso l’interesse nei confrontidell’enogastronomia e delle produzioni tipiche, mette in evidenza le nuove tendenze del turismo. Tale iniziativa è stata curata dalla Vinea di Offida.
L’immagine del nostro territorio è fortemente legato al tema della cucina, della gastronomia e quindi del buon bere, del resto la gastronomia nel suo complesso, dopo le città d’arte, rappresenta uno dei più importanti fattori di riconoscibilità per i turisti. Tale situazione favorisce anche l’affluenza dei turisti nelle località sulla costa della Riviera delle Palme. I vacanzieri, infatti, attirati proprio dai tratti distintivi che caratterizzano i paesi dell’entroterra del Piceno, avranno anche la possibilità di ammirare le bellezze della costa. Intorno alla manifestazione cresce anche l’interesse da parte dei giornalisti e si prevede la partecipazione dei rappresentanti di alcune delle testate nazionali ed estere più importanti.
Alcune attività del Bea saranno curate anche dall’AIS, Associazione Italiana Sommelier delle Marche in collaborazione con l’Istituto Alberghiero di San Benedetto del Tronto, come l’apertura dell’enoteca regionale nella palazzina Azzurra e lo svolgimento di alcuni focus enogastronomici legati alla manifestazione. Nella sede dell’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione di San Benedetto, in collaborazione con Onaf, Organizzazione Nazionale degli Assaggiatori di Formaggi è infatti prevista una degustazione dei formaggi marchigiani, in collaborazione con Bovinmarche si svolgerà invece una degustazione di carne della razza bovina Marchigiana, a cura del sommelier Teodoro Bulgari Presidente Onorario dell’AIS e di Enzo Rossi, presidente del Consorzio Maccheroncini di Campofilone avverrà l’assaggio dei maccheroncini di Campofilone e, infine, ci sarà una degustazione del Brodetto alla Sambenedettese curata dal sommelier Bulgari e dagli chef dell’Ipssar.
Tutti gli assaggi verranno abbinati ai vini tipici della regione Marche, le cui degustazioni si svolgeranno all’interno della Palazzina Azzurra e vedranno protagonisti vini quali Terreni di San Severino, Offida Passerina e Pecorino, Rosso Piceno nella tipologia superiore, Offida Rosso e Verdicchio dei Castelli di Jesi e di Matelica.
La Bea è quindi un ideale connubio tra le bellezze del territorio e la capacità del “saper fare?. A tal proposito anche le Associazioni di categoria come Assindustria, Cna, Cia, Col diretti, in collaborazione con la Camera di Commercio stanno definendo i propri programmi intorno all’iniziativa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 360 volte, 1 oggi)