GROTTAMMARE – Per gli anziani di Grottammare è già tempo di pensare alle vacanze. Se la Perla dell’Adriatico, proprio in questi giorni, si sta coprendo del vestito migliore, quello che poi indosserà durante la stagione estiva, gli ultrasessantenni grottammaresi possono fin da ora programmare la loro vacanza termale o montana a costi vantaggiosi.
Come ogni anno infatti, l’Assessorato alle Politiche Sociali ha organizzato i due soggiorni, proponendo il relax delle terme d Chianciano o la calma delle valli prealpine di Pinzolo (Trentino).
Per partecipare, occorre presentare la domanda entro l’11 aprile. Per aderire rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali (primo piano del municipio, 0735.739223).
Per quest’ultima località sono disponibili settanta posti. Pinzolo sarà visitata da 4 al 18 giugno. Pinzolo è un paesino turistico dell’alta Val Rendena, adagiato a circa 800 metri di quota e circondato dai gruppi montagnosi del Brenta, dell’Adamello e della Presanella. La scelta è ricaduta su questa località in quanto già in passato l’Amministrazione Comunale l’aveva prescelta per le vacanze in montagna, raccogliendo un buon gradimento tra gli anziani grottammaresi. Le quote contributive del soggiorno sono le seguenti: 210 euro (per Isee fino a 7000 euro), 265 euro (da 7000,01 a 9000 euro), 320 euro (oltre 9000 euro).
Per il soggiorno a Chianciano Terme sono invece disponibili trentasei posti. Il periodo della vacanza è dal 16 al 28 maggio, e gli anzani che aderiranno saranno opiti nella stessa struttura che negli anni scorsi ha accolto le comitive grottammaresi e che ha confermato le stesse tariffe dello scorso anno. Le quote contributive a carico di ogni utente sono pari a: 235 euro (per Isee fino a 7000 euro), 285 euro (da 7000,01 a 9000 euro), 335 euro (oltre 9000 euro).
In entrambi i casi, sono state selezionate strutture alberghiere classificate tra quelle a 3/4 stelle e la quota di partecipazione prevede una contribuzione da parte degli utenti sulla base del valore Isee dichiarato dai nuclei familiari di appartenenza. E’ bene sapere, tuttavia, che scegliendo di partecipare ad entrambi i soggiorni, l’anziano rinuncerà automaticamente alla quota contributiva di competenza comunale riferita al soggiorno meno costoso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 691 volte, 1 oggi)