CHIETI – La squadra neroverde si ritrova oggi dopo aver goduto di due giorni di riposo. Nel pomeriggio è prevista la ripresa degli allenamenti in vista dell’importante trasferta di San Benedetto del Tronto; tra due giorni invece consueta amichevole infrasettimanale. Ricordiamo che nelle Marche mancherà lo squalificato Di Cecco. Mister Donati potrà invece fare conto sul recupero dell’attaccante Guariniello.
Settimana intensa quella che è appena iniziata per il sodalizio teatino visto che venerdì prossimo, a Pescara, davanti al giudice Angelini, si terrà la prima udienza in merito all’acquisizione delle quote societarie da parte dell’imprenditore bresciano Franco Berardi (difeso dall’avvocato Mauro Cocchini), il quale ha deciso di intraprendere la ‘battaglia’ legale nei confronti di Antonio Buccilli (assistito da Antonello Pimpini), chiedendo il sequestro conservativo delle azioni del Calcio Chieti.
Se il titolare del gruppo Sarfisa rivendica le quote del club abruzzese (“Il Chieti non e’ più di Buccilli, ma e’ della Me.tal.in – società del gruppo Sarfisa, ndr – a cui sono state cedute le quote. Tutto ciò che Buccilli fa dal giorno che ha ritirato le quote sociali dal notaio lo fa contro la legge, adesso e’ come un amministratore, qualsiasi cosa fa ha il dovere di convocarci?) alla luce del pagamento di quattro delle cinque fideiussioni sottoscritte a suo tempo, Buccilli al contrario non ritiene che gli accordi siano stati rispettati in toto dall’immobiliarista lombardo.
La trattativa con Franco Berardi – precisa – si è svolta davanti ad un notaio, un pubblico ufficiale che doveva accertare la regolarità della stessa. Da parte mia c’era tutta l’intenzione di vendere ed ho concesso a Berardi più di una proroga per far fronte ai vari adempimenti. Si afferma che tutto ciò è stato fatto come si deve e quindi la società può passare di mano? Se è davvero così – conclude Buccilli – spero di perdere la causa al momento che io avevo già venduto a gennaio e non potevo più tornare indietro. Staremo a vedere, ma credo che al momento sia meglio parlare di calcio giocato e di queste ultime sei gare di campionato?.
Saggia la considerazione finale del presidente neroverde: da qui al prossimo 15 maggio gli avversari della compagine abruzzese si chiamano infatti Sambenedettese, Avellino, Padova, Spal, Foggia e Rimini. Morale: meglio pensare prima ai fatti del campo e di conseguenza a mantenere la categoria. Che a capo della società ci sia Buccilli o Berardi può ragionevolmente passare in secondo piano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 491 volte, 1 oggi)