SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il mondo si è fermato. Il calcio non ha fatto eccezione. La coscienza ha imposto lo stop a qualsiasi tipo di manifestazione calcistica (e non solo). Va in archivio un inedito (ma ‘dovuto’) fine settimana in cui la palla pezzata non ha rotolato, gli stadi sono rimasti vuoti, la gente è restata a casa, sono mancate le esultanze dei goleador e le polemiche esacerbate che fanno solitamente da contorno al gioco più affascinate del globo.
L’Italia orfana di un divertimento in formato 90 minuti. Più forte è stata la voglia di piangere, o quantomeno è prevalso e maturato un atteggiamento di profondo e sincero rispetto nei confronti di Sua Santità, la cui morte ha messo tutti d’accordo: alla Sua memoria sono stati dedicati messaggi e attestati di stima, parole e cordoglio. Persino sulle pagine del variegato mondo internet.
La commozione e la partecipazione per la fine, tanto sofferta quanto annunciata, di Karol Wojtyla ha preso forma, nel web, dentro le pagine dei siti ufficiali di molte squadre di calcio nostrane, non solo quelle partecipanti ai campionati di massima serie e della cadetteria (Milan, Inter, Juve, Lazio, Sampdoria Livorno, Genoa, Torino, Roma, Salernitana e tante altre), ma anche quelle delle cosiddette categorie minori. Compresa la C.
Fermo restando che diversi siti delle formazioni di terza e quarta serie sono male (o per niente) aggiornati, praticamente tutti hanno dato notizia dello sfortunato epilogo del Papa e si sono uniti alla sequela di condoglianze piovute dagli ambienti più disparati; c’è perfino chi gli ha dedicato l’homepage.
A tal proposito segnaliamo il sito del Teramo Calcio che propone una bella immagine di Sua Santità sovrastata dalla scritta “Addio grande Papa?, insieme alla frase pronunciata dallo stesso, in riferimento ai giovani, poche ore prima di morire: “Vi ho cercato, adesso voi siete venuti da me e per questo vi ringrazio?.
“Il Calcio Padova si unisce alla generale commozione per la morte di Giovanni Paolo II, dopo aver appreso che l’agonia del Pontefice è terminata alle 21,37?, scrive il sito ufficiale del sodalizio biancoscudato, mentre quello della Sambenedettese mostra una foto in cui si ritrae l’incontro romano tra il Papa ed alcuni dirigenti rossoblù avvenuto nel febbraio del 1982, alla vigilia dell’impegno dei marchigiani contro la Lazio.
Il sito della Cavese (C2/C) si apre con la foto di un sorridente Wojtyla e lo slogan “Addio Papa amico!?, imitato da quello del Frosinone (C1/A); il sito della Sangiovannese (C1/A) sceglie il ‘silenzio loquace’ di una suggestiva e toccante foto per rendere omaggio al Papa: è quella di un bacio che il Pontefice sta per scoccare sulle labbra di una bimba
Lodevole anche le iniziative dell’Us Melfi (C2/C), del Ravenna Calcio (C2/B) e della Pro Patria (C1/A), le quali nel commemorare il Santo Padre imitano il sito dell’Inter e ne riportano una frase pronunciata in occasione del Giubileo degli Sportivi del 29 ottobre del 2000, per caldeggiare i valori etici e morali sui quali lo sport dovrebbe basarsi:
Desidero vivamente esortare, con rinnovata speranza, a promuovere uno sport che tuteli i deboli e non escluda nessuno, che liberi i giovani dalle insidie dell’apatia e dell’indifferenza, e susciti in loro un sano agonismo; uno sport che sia fattore di emancipazione dei Paesi più poveri e aiuti a cancellare l’intolleranza e a costruire un mondo più fraterno e solidale; uno sport che contribuisca a far amare la vita, educhi al sacrificio, al rispetto e alla responsabilità, portando alla piena valorizzazione di ogni persona umana?.
Ciao Karol…

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.091 volte, 1 oggi)