CITTA’ DEL VATICANO- Commozione e dolore per la morte del Papa-coraggio. Numerose e complesse le procedure che seguono il decesso del Pontefice.
Ricevuta la notizia del decesso, il camerlengo deve accertarla ufficialmente. Il segretario e cancelliere della Camera apostolica compila l’atto autentico di morte. Il camerlengo informa poi della morte il vicario di Roma il quale, a sua volta, comunica con una notifica il popolo di Roma.
Poi è chiuso a metà il portone di bronzo e risuonano rintocchi a martello dalle campane di San Pietro. La salma è composta dai medici e vestita con i paramenti pontifici: mitria bianca sul capo, la ‘casula’ rossa (il mantello che si usa per le celebrazioni della Messa)- di questo colore perchè è quello che indica il lutto dei Papi- e il pallio (striscia di lana bianca con croci nere), simbolo di dignità.
Il corpo è poi esposto per tre giorni nella basilica di San Pietro per l’omaggio ed il saluto dei fedeli.
Sono i cardinali a celebrare i Novendiali, ossia le esequie in suffragio dell’anima del pontefice defunto, che durano nove giorni. Il collegio cardinalizio stabilisce il momento in cui spezzare ‘l’anello del pescatore’, così detto perché rappresenta l’apostolo Pietro e il sigillo di piombo utilizzato per la spedizione delle lettere apostoliche.
In genere i funerali solenni avvengono tre giorni dopo la morte e i tecnici dell’istituto di medicina legale dell’università di Roma devono verificare lo stato di conservazione del corpo. In passato il corpo era svuotato degli organi interni per rendere più duratura l’imbalsamazione.
Il funerale è celebrato in San Pietro, alla presenza di delegazioni di Stato di tutto il mondo. Le spoglie del Papa sono poi chiuse in una triplice cassa (una di cipresso, una di piombo e una di noce), e tumulate nelle grotte vaticane.
Questa è la procedura prevista ma ogni Papa, per il proprio corpo, può predisporre diversamente. Durante l’elezione del nuovo Papa non può essere abitato nessun ambiente del suo appartamento privato. Se il defunto ha nominato un esecutore testamentario, egli dovrà eseguire il mandato e renderne conto al nuovo Papa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.352 volte, 1 oggi)