CITTA’ DEL VATICANO – Papa Giovanni Paolo II si è spento sabato 2 aprile alle 21.37 nel suo appartamento in Vaticano. La notizia è giunta alle 21.52 attraverso un comunicato del portavoce della Santa Sede Navarro Vals.
Pochi minuti dopo è stato dato l’annuncio ufficiale in Piazza San Pietro. Il suono delle campane ha annunciato la morte del Pontefice. Alla morte del Papa, come ricorda il comunicato di Navarro, ”si sono messe in moto tutte le procedure previste nella Costituzione ‘apostolica ‘Universi apostolici gregis”’.
Il Papa era nato il 18 maggio 1920 a Wadowice. È stato il primo Pontefice non italiano dopo 455 anni e il primo polacco. In 26 anni di pontificato (il terzo più lungo di sempre) ha segnato profondamente la Chiesa e il mondo.
L’annuncio della morte del Santo Padre in piazza San Pietro è stato accolto con un lungo applauso. In molti stanno piangendo altri continuano a guardare la finestra al terzo piano del palazzo apostolico che è stata accesa. Sta suonando la campana della basilica. I fedeli riuniti in piazza San Pietro recitano l’Eterno riposo. I prelati che sono sul sagrato hanno invitato al silenzio “per accompagnare il Papa in questi suoi primi passi in cielo”.
“Il Santo Padre è morto guardando verso la finestra, raccolto in preghiera. E questo sta a significare che in qualche modo era cosciente”. Così padre Jarek Cielecki, direttore del Vatican service news e della tv cattolica italiana Tele Padre Pio, racconta gli ultimi istanti di vita di Giovanni Paolo II. “Pochi istanti prima di morire, il Papa ha alzato la mano destra muovendola in un evidente, benchè soltanto accennato, gesto di benedizione, come se si rendesse conto della folla dei fedeli presenti sul sagrato petrino in quei momenti che seguivano la recita del rosario”. “Non appena terminata la preghiera -prosegue- il Papa ha fatto un grandissimo sforzo e ha pronunciato la parola ‘Amen’. Un istante dopo è morto”, conclude.
Il Governo italiano ha indetto tre giorni di lutto nazionale a partire da oggi.
Il comunicato integrale sulla morte del Papa diffuso dalla Santa Sede poco prima dell’1 del 3 aprile:”Il Santo Padre è deceduto ieri sera alle ore 21.37 nel Suo appartamento privato. Alle ore 20 era iniziata la celebrazione della Santa Messa della festa della Divina Misericordia nella stanza del Santo Padre, presieduta da S.E. Mons. Stanis»aw Dziwisz con la partecipazione del Cardinale Marian Jaworski, di S.E. Mons. Stanis»aw Ry»ko e di Mons.Mieczysaw Mokrzycki.
Nel corso della Santa Messa è stato amministrato a Giovanni Paolo II il Santo Viatico e, ancora una volta, il Sacramento dell’Unzione degli Infermi.
Le ultime ore del Santo Padre sono state caratterizzate dalla ininterrotta preghiera di tutti coloro che lo assistevano nel pio transito e dalla corale partecipazione in preghiera delle migliaia di fedeli raccolti da molte ore nella Piazza San Pietro.
Al momento del decesso di Giovanni Paolo II, erano presenti i due Segretari personali del Santo Padre: l’Arcivescovo Stanis»aw Dziwisz e Mons. Mieczys»aw Mokrzycki; il Cardinale Marian Jaworski; l’Arcivescovo Stanis»aw Ry»ko; P. Tadeusz Stycze; le tre Suore polacche Ancelle del Sacro Cuore di Gesù, che prestano servizio nell’Appartamento, guidate dalla loro Superiora Sr. Tobiana Sobódka; il Medico personale del Papa, Dr. Renato Buzzonetti, con i due
medici di guardia: Dr. Alessandro Barelli e Dr. Ciro D’Allo, e i due infermieri di guardia. Subito dopo è giunto il Cardinale Segretario di Stato, Angelo Sodano; il Camerlengo di Santa Romana Chiesa, Card. Eduardo Martínez Somalo; il Sostituto alla Segreteria di Stato, Arcivescovo Leonardo Sandri, il vice-Camerlengo, Arcivescovo Paolo Sardi. Sono poi giunti il Cardinale Joseph
Ratzinger, Decano del Collegio Cardinalizio e il Cardinale Jozef Tomko.
Domani mattina, Domenica della Divina Misericordia, alle ore 10.30, sarà celebrata in Piazza San Pietro una Santa Messa di suffragio per il Papa, presieduta dal Cardinale Angelo Sodano.
Alle ore 12 sarà recitato il Regina Coeli, preghiera mariana del tempo pasquale.
Si prevede che la traslazione della Salma del defunto pontefice nella Basilica Vaticana avverrà non prima di lunedì pomeriggio, 4 aprile.
La prima Congregazione generale dei Cardinali si terrà lunedì 4 aprile, alle ore 10.00.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 961 volte, 1 oggi)