SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Grottammare si avvia verso le otto vittorie esterne. Contro l’Urbino, ultimo in classifica, l’obbiettivo è centrare i tre punti per consolidare il terzo posto vista l’agguerrita lotta di Spoleto, Pergolese, Sangiustese e Sansepolcro che ambiscono al vertice. La squadra del tecnico Izzotti, oramai salva, può pensare in grande.
Il Centobuchi non può più perdere. Ben sei squadre per accalappiarsi un posto promozione, la lotta è dura e serrata. I ragazzi di mister Marocchi devono assolutamente vincere contro il Matelica per rimanere nel giro delle grandi e non essere tagliata fuori dai giochi che contano. La gara deve essere pressoché impeccabile, nonostante l’avversario sia disperatamente in lotta per evitare la lotteria dei play out.
Occhi puntati su Acquaviva-Cuprense, la sfida della prima categoria. La squadra allenata dal tecnico Travaglini ha la possibilità, in solo colpo, di battere la capolista (gia sconfitta sette giorni fa) ed entrare automaticamente in zona promozione. La salvezza, a quattro giornate dalla conclusione, sembra una formalità. I play off diventano una certezza.
La Cuprense, archiviato lo scivolone di sabato scorso, vuole chiudere immediatamente la pratica campionato visti gli undici punti di vantaggio sulla seconda (la Sangiorgese). I gialloblu hanno il difficile compito di vedersela con una speranzosa Acquaviva, la quale ha gia dimostrato di essere combattiva e di non regalare nulla all’avversario.
Il Porto d’Ascoli, dopo aver incassato la sesta sconfitta esterna, si appresta in casa del Pagliare a centrare un successo in trasferta che manca da oltre due mesi (con l’Offida 1-0 gol di Sansoni). Tre punti significherebbero riaccendere le speranze per la zona promozione tanto lontano quanto raggiungibile. I biancocelesti ne hanno le caratteristiche, basta essere più concreti in area e meno leziosi a centrocampo.
Visita dell’Azzurra Colli al Comunale di Ripatransone. Gli amaranto hanno una gara delicata, sia perché l’avversario è in una posizione critica sia perché un errore potrebbe far saltare il quinto posto. I ragazzi del tecnico Mascitti devono essere così attenti a non concedere nulla e difendere a denti stretti l’ambita zona promozione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 528 volte, 1 oggi)