SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’ultima coda polemica di Samb-Napoli arriva da Calaiò, bomber del Napoli che era stato chiamato in causa, sabato scorso, da Colonnello, suo compagno di squadra lo scorso anno a Pescara. Colonnello accusò Calaiò di aver dato un pugno sulla schiena a Taccucci durante la partita, e usò parole dispregiative verso l’attaccante del Napoli in sala stampa.
Dal sito www.tuttonapoli.net è arrivata la replica di Calaiò: “Per quanto riguarda la gara credo che potevano esserci i rigori dubbi, almeno quello su di me, comunque anche quelli su Capparella e Corrent si potevano dare. La Sambenedettese, invece – continua Calaiò – non ha fatto altro che piangere tutta la settimana. Colonnello? M’ha riempito di calci nei polpacci ed io mi sono aiutato con le braccia, ma è fatto così, anche quando ero con lui a Pescara ha sempre avuto molto da ridire. Per il Padova credo – conclude Calaiò – che sarà sicuramente una gara difficile, il Padova è in un buon momento, ma io Capparella e Pià abbiamo sempre fatto gol nella vostra carriera e torneremo a farne tanti altri”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 740 volte, 1 oggi)