SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb Calcio farà ricorso in merito alle decisioni del Giudice Sportivo, riguardo la gara tra Samb e Napoli, tentando di far emergere “l’oggettiva verità? di quanto accaduto?.
La Samb ribadisce comunque alcuni punti, precedentemente emersi dalla conferenza stampa di lunedì scorso di Remo Croci e Michele Scaringella. Riportiamo di seguito, virgolettati, alcuni passaggi integrali di un comunicato della Samb Calcio.
1. “Il taxi che accompagnava allo stadio la terna arbitrale non doveva fare il proprio ingresso nel piazzale della tribuna centrale, spazio aperto anche ai tifosi muniti di biglietto, ma doveva entrare, come indicato dalla società, a sud della tribuna laterale (in uno spazio riservato esclusivamente agli autorizzati ed alle forze dell’ordine) e quindi accedere agli spogliatoi tramite un corridoio chiuso.?
2. “Nessun addetto all’ingresso della tribuna ha proceduto all’apertura del cancello “con ostentato ritardo? come si legge nel provvedimento, anzi una volta verificato l’errore del taxi il personale ed i dirigenti rossoblù si sono subito prodigati per favorire l’entrata della terna arbitrale nel minor tempo possibile.
3. “Il pullman del Napoli è stato oggetto di insulti dei tifosi all’esterno della recinzione del Riviera, ed è inoltre impossibile non sottolineare che i tesserati della società partenopea hanno risposto alle provocazioni dei tifosi con altre provocazioni.?
4. “Una volta entrati nella recinzione, i giocatori campani non hanno subito alcuna aggressione, e nessuno di loro è stato minimamente aggredito. Il referto parla di un giocatore colpito al viso con uno schiaffo, ma non viene menzionato il nome del calciatore, né tantomeno è stata presentata riserva scritta e referto dalla società napoletana. Inoltre, come affermato nei giorni scorsi, un sottoufficiale dei Carabinieri era presente all’arrivo del pullman del Napoli, ed ha ancora una volta smentito l’avvenimento dei fatti riportati nel referto.?
È proprio l’ultimo punto, il 4, quello più importante, essendo uno schiaffo un fatto quanto di più oggettivo immaginabile (mentre un attegiamento ostile, o “l’ostentato ritardo?, sono pur sempre fattori valutabili e soggettivi). Uno schiaffo è un fatto grave, e di nuovo ci troviamo di fronte al “giallo? Scarlato, il capitano del Napoli che ha più volte affermato di non essere stato colpito al volto anche se alcuni colleghi napoletani affermavano di averlo visto chiaramente. Strano.
ZANETTI. Niente da fare per il forte difensore della Samb. Gli esami hanno diagnosticato una lesione ai legamenti del ginocchio destro. Per lui la stagione è finita. Ballardini può scegliere se inserire Fabio Femiano, oppure riportare Taccucci al centro, portando Alfredo Femiano nel ruolo di terzino destro. A Gianluca Zanetti va il nostro più sincero augurio di buona guarigione.
AVELLINO. Caos ad Avellino. È stato esonerato Cuccureddu, al suo posto è stato scelto mister Oddo. L’Avellino è secondo in classifica ma, a meno di un miracolo, non riuscirà ad agguantare il Rimini. Inoltre l’Avellino teme il ritorno del Napoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 686 volte, 1 oggi)