SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopopartita molto teso al Riviera delle Palme, si è addirittura rischiato l’incidente ‘diplomatico’ tra le due fazioni (carta stampata e tv locali) quando Edy Reja ha parlato di “un’accoglienza poco edificante: non siamo stati trattati bene al momento dell’entrata nello stadio�. La polemica si è accesa in un attimo perché il dirigente rossoblù Remo Croci, lì vicino, ha subito ribattuto dicendo che prima dell’incontro non era successo niente: “Nessuna aggressione, stiamo scherzando?!, un pubblico ufficiale ha chiesto i documenti a due persone in borghese al momento dell’entrata nello stadio del pullman del Napoli. A San Benedetto nessuno ha mai aggredito nessuno!�.
I giornalisti presenti hanno provato più volte a chiedere all’allenatore azzurro quanto fosse accaduto nel pre-partita (di certo sappiamo che il pullman della squadra partenopea è stata accolta da alcuni tifosi rivieraschi con un fitto lancio di arance), ma Reja non si è lasciato scucire di bocca granché, fatta eccezione per la replica inviperita nei confronti di Croci: “Io ‘palle’ non ne dico, preferisco chiudere qui la polemica!�.
Poi, riguardo la partita, il tecnico di Gorizia ha molto onestamente ammesso: “Possiamo andare via sereni e fare i complimenti ai ragazzi che hanno mostrato carattere, temperamento e voglia di vincere sino alla fine. E’ un buon punto tutto sommato, anche perché guadagniamo qualcosa sull’Avellino che invece ha perso a Martina Franca. Gli infortuni ci hanno costretto a cambi non preventivati – continua Reja – e questo mi ha creato non poche difficoltà, visto che sul finire avevo a disposizione poche scelte. Partita molto difficile quella odierna, del resto lo sapevamo: pochi gli spazi a disposizione, anche se ci abbiamo provato sino al 90°. Siamo andati meglio nel primo tempo, mentre nella ripresa speravo in qualcosa in più, ma giocavamo contro una buona squadra. Nessun tiro in porta da parte nostra? Ci sono anche gli altri. E a proposito della formazione di Ballardini Leon è stato il giocatore che mi ha impressionato di più, dotato tecnicamente, indubbiamente di un’altra categoriaâ€?.
Infine stuzzicato sugli episodi contestati in area di rigore sambenedettese, Reja ha detto: “Poteva forse starci il rigore su Corrent, ma è normale che dopo una settimana in cui si è fatto un gran parlare degli arbitri, mi riferisco alle dichiarazioni del presidente della Samb, può capitare che il direttore di gara di oggi sia stato un poco condizionato�.
Davide Ballardini invece, sull’altra ‘sponda’, fa capire di non essere per nulla d’accordo a tal proposito: “Noi addetti ai lavori abbiamo l’obbligo di aiutare maggiormente gli arbitri. E’ un vero peccato. Ero distante in occasione degli episodi contestati dal Napoli, ma, ripeto, dobbiamo essere più onesti�.
In merito alla gara, il tecnico ravennate si è detto molto contento della prestazione dei suoi: “Una bella partita, la Samb ha giocato meglio, siamo stati, diciamo, un po’ più bravi, specie nel primo tempo, quando abbiamo disputato un match molto intenso. Forse nella ripresa abbiamo pagato dazio per gli sforzi profusi nei primi 45 minuti. Dovevamo sbloccare la gara all’inizio, ci ha complicato le cose anche il campo sconnesso, dove era difficile proporsi in una certa maniera. Resta nel complesso la grossa soddisfazione di aver tenuto testa ad un grande Napoli; festeggiamo una Pasqua serena�.
Infine un giornalista locale ha girato a Ballardini un pronostico, nemmeno troppo difficile da formulare, circa l’esito finale del campionato: “Chi arriva primo? Il Rimini�.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 693 volte, 1 oggi)