SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Grottammare si avvia verso le otto vittorie esterne. Contro l’Urbino, ultimo in classifica, l’obbiettivo è centrare i tre punti per consolidare il terzo posto vista l’agguerrita lotta di Spoleto, Pergolese, Sangiustese e Sansepolcro che ambiscono al vertice. La squadra del tecnico Izzotti, oramai salva, può pensare in grande.
Il Centobuchi non può più perdere. Ben sei squadre per accalappiarsi un posto promozione, la lotta è dura e serrata. I ragazzi di mister Marocchi devono assolutamente vincere contro la Jrvs Ascoli per rimanere nel giro delle grandi e non essere tagliata fuori dai giochi che contano. La gara deve essere pressoché impeccabile, nonostante l’avversario sia sprofondato in coda con due soli successi alle spalle e ben quindici sconfitte.
La Ripa non vuole cedere il passo. Contro l’ultima della classe, ossia l’Amandola (tra l’altro con un nuovo allenatore in panchina), gli amaranto cercano la definitiva consacrazione. Con tante concorrenti alle costole, un errore potrebbe compromettere il cammino verso i play off. Per cui la squadra di mister Mascitti deve rimanere concentrata e sfruttare al meglio il suo potenziale.
Strada facendo, l’Acquaviva è quasi arrivata in zona promozione. Anche se l’obbiettivo rimane sempre la salvezza, visti gli inizi disastrosi di qualche tempo fa in cui i play out sembravano essere l’unica via di uscita. Balletta e compagni hanno ritrovato il piacere del gol a scapito dei portieri avversari e il gusto di tornare a vincere divertendosi. La Castoranese è avvertita.
Ripetere l’impresa è lo scopo del Porto d’Ascoli. Dopo essere tornati al successo con l’Offida, i biancocelesti hanno il compito di dare continuità a quanto fatto sette giorni fa. In casa di un Petritoli demoralizzato dagli ultimi risultati negativi, la squadra di mister Grilli deve mettere in campo tutto il suo sapere per strappare tre punti fondamentali per raggiungere il tanto agognato quinto posto.
La Cuprense si gioca metà del titolo davanti ai propri sostenitori nella sfida con il Comunanza. I gialloblu sono ad un passo dalla gloria, con undici punti di distacco dalla Sangiorgese bastano due vittorie per laurearsi campioni a sei partite dal termine. I ragazzi di mister Clerici non possono gettare al vento i sacrifici di una stagione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 466 volte, 1 oggi)