GROTTAMMARE – Uno dei capolavori della cinematografia africana verrà proiettato venerdì 25 marzo alle 21.30 alla Sala Kursaal di Grottammare.
Con questa pellicola, gli organizzatori del Corso di Storia e Antistoria del cinema, voluto dal cineforum Blow Up, hanno voluto sottolineare come negli anni ’80 anche nei paesi extraeuropei vi fosse un gran fermento cinematografico.
“Yeleen. La luce” è un film del 1987 diretto da Souleymane Cissé, ed è stato vincitore a Cannes del Premio Speciale.
La trama. Africa primordiale: padre e figlio sono maestri del sapere magico che è potere. Il figlio vorrebbe diffonderlo e suscita la violenta rivalità del padre che lo costringe alla fuga. Il suo è anche un viaggio di iniziazione con l’aiuto a un re e il rapporto con la regina sterile che rimane incinta. Ora è pronto a una lotta mortale contro il padre con armi magiche, fuoco e luce. Uno dei vertici del cinema africano che attinge al mito senza mediazioni psicologiche attraverso una bellezza visuale stupefacente e un linguaggio arcaico e raffinato, ricco di echi misteriosi. Musiche suggestive del jazzista francese Michel Portal.
Insieme al film, verrà presentato uno degli episodi di ‘Sogni’ del giapponese Akira Kurosawa, che costituisce uno dei migliori esempi di utilizzo creativo e intelligente della computer grafica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 512 volte, 1 oggi)