La Serie C di calcio a 5, in occasione delle festività pasquali, tira il fiato prima dello sprint finale, e quindi cerchiamo di fare il punto della situazione. In Serie C1, obiettivo oramai raggiunto per il Futsal Grottammare che con ben nove punti di distacco dalla zona play-out, quando mancano quattro giornate al termine del campionato, si può definire praticamente salva. Anzi, potrebbe essere ancora aperto il discorso play-off che dista solo quattro lunghezze ma, sinceramente, sembra difficile che i bianco-azzurri possano centrare tale obiettivo, non tanto per il loro rendimento quanto per quello delle formazioni che la sopravanzano, che sembrano molto più agguerrite.
Situazione terribilmente difficile per la Tecno Riviera delle Palme che si trova invischiata nella zona play-out. I sambenedettesi, dopo un buon periodo, causa diverse disavventure (troppi infortuni) sono ripiombati nel baratro e rialzarsi non sarà facile. Il calendario è terribile (tre trasferte su quattro e incontri con formazioni che lottano per i play-off, eccezion fatta per il Pesaro). Insomma, se ci vuole salvare, occorre una grande determinazione ed anche un po’ di buona sorte che, tuttavia, quest’anno sembra essersi dimenticata dei rossoblu. Nel frattempo, la sosta arriva a pennello: servirà a recuperare molti infortunati.
Se per la Tecno la situazione è difficile, in Serie C2, per la SBT F.C. la si può definire tranquillamente disperata. Purtroppo, a solo due giornate dal termine della “regular season?, sono quattro le lunghezze che dividono i sambenedettesi dalla penultima in classifica. Nell’ultima di campionato si è sfiorata l’impresa (perso di misura contro la neo capolista Picchio C/5) ma, oramai, per salvarsi, occorre un vero e proprio miracolo. Troppe le occasioni buttate alle ortiche per riprendersi…ed ora, ripetiamo, la salvezza appare purtroppo improbabile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 946 volte, 1 oggi)