SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb non si demoralizza. Forse, sorride, e speriamo lo facciano anche in Lega, nel vedere le immagini degli episodi farsa che hanno castigato i rossoblù ad Avellino, firmati dal signor Orsato di Schio. Come era successo, ma paradossalmente in misura minore, a Napoli (ricordiamo la ridicola espulsione di Favaro), allora griffati dal signor Gava di Conegliano Veneto.
La Samb quest’oggi ha svolto una seduta di lavoro defatigante ma per il resto della settimana si allenerà a Giulianova, dove i rossoblù resteranno in ritiro per caricarsi in vista della partita di sabato pomeriggio. Idea giusta ma un consiglio per i due mister: guai a caricare i “ragazzini terribili? di troppe tensioni; ci penserà il pubblico e lo scenario a dare la marcia in più ai giocatori. Che sia un ritiro con il sorriso.
Intanto, essendo la partita di sabato prossimo “giornata rossoblù?, per quei tifosi che hanno sottoscritto l’abbonamento dopo Samb-Rimini (e che quindi hanno già pagato una gara in più rispetto a quelle concesse dall’abbonamento, considerando la prima partita Samb-Giulianova una sorta di “prova d’amore? verso la nuova società appena insediata), è possibile presentarsi presso la sede della Samb Calcio muniti di tessera d’abbonamento e del tagliando che è stato consegnato loro dopo al momento della sottoscrizione: avranno così diritto a vedere la partita con il Napoli senza pagare il biglietto.
Nelle prossime ore si attende la decisione della Commissione di Vigilanza Provinciale circa la capienza ufficiale del “Riviera delle Palme?: la richiesta del Comune di San Benedetto è per 15.077 spettatori, voci di corridoio indicano in 13.800 il limite massimo che la Commissione di Vigilanza accetterà. Ad ogni modo saranno sicuramente qualche migliaio i tifosi partenopei che sabato prossimo saranno al Riviera.
Una sfida che ci riporta, finalmente, ai tempi della B.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 467 volte, 1 oggi)