Chalet. Veemente protesta dei proprietari di concessioni balneari. Mi sembrano giuste ma due piccoli pensieri mi frullano per la testa: perchè nessuno dà spiegazioni per giustificare aumenti così grandi (300%), perchè i politici di tutte le frontiere se ne infischiano nonostante il periodo elettorale? Butto giù due supposizioni sulle quali però non sono convinto al 100%: la prima ipotesi è che l’acquisto di uno chalet è diventato talmente elevato da far supporre guadagni stagionali copiosi, la seconda è che il numero dei concessionari è nettamente minore di quello degli utenti e quindi meno appetibile, meglio non schierarsi. Hanno fatto così tutti meno che uno: Agostini che è non vive vicino la mare ma in Offida!
Samb. Le ultime gare mostrano un Avellino in crisi (forse più di risultati che di gioco) ed una Samb pimpante che ha praticamente vinto le ultime cinque gare (Benevento può considerarsi un episodio sfortunato).
Guai però a pensarle queste cose, specialmente i giocatori rossoblù nel momento in cui scenderanno in campo. Anche perché il tifo dei ‘lupi’ si farà sentire più che in altre occasioni, assomigliano ai nostri supporter con i quali sono gemellati. Meglio quindi non fare pronostici mentre voglio fare una riflessione che potrebbe rivelarsi utile per il futuro. La Samb ha ora due incontri (Avellino e Napoli) contro squadre che potrebbe trovare nei play off, nel caso li raggiungesse. I motivi per fare risultato e magari mettere sotto le due campane sono doppiamente importanti. Oltre ad avvicinarsi ancora di più ai play off toglierebbero ai giovani rossoblù quel naturale complesso di inferiorità senza il quale le sfide decisive verrebbero affrontate con maggiore convinzione e piglio vincente. Le possibilità aumenterebbero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 55 volte, 1 oggi)