SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’on. Cicchitto, vice coordinatore nazionale di Forza Italia, è intervenuto oggi a S.Benedetto, presso il Caffè Florian, per presentare i candidati alle regionali nella circoscrizione provinciale di Ascoli, Maurizio Ramazzotti, Rizia Renzi, Vittorio Santori e Umberto Trenta.
A fare gli onori di casa l’on. Scaltritti: “La presenza dell’on. Cicchitto è un riconoscimento all’attività del nostro partito sul territorio. Siamo al quarto anno di governo a S.Benedetto e, nonostante critiche e difficoltà, i risultati della presenza di Forza Italia si vedono”. Rammarico del parlamentare per le modalità di selezione dei candidati: “Il numero esiguo di candidati e l’imposizione della candidatura di una donna richiesti dalla legge ci hanno impedito di mettere in campo tutte le nostre risorse presenti sul territorio”.
L’on. Scaltritti ha affrontato, quindi, il nodo-viabilità: “E’ in programma il completamento dell’A24 con l’obiettivo di agganciare il tracciato autostradale a Giulianova. Altra certezza è la realizzazione della terza corsia fino a Pedaso. Riguardo alla variante collinare di S.Benedetto, segnalo che la Regione sta opponendo ostacoli”.
L’on. Cicchitto ha esorcizzato lo ‘spauracchio’ dei sondaggi elettorali, che nella nostra regione assegnano una vittoria schiacciante al centrosinistra: “Noi corriamo sempre per la vittoria. Tra le regioni rosse, le Marche sono tra quelle in cui il risultato può essere ribaltato. Ce la giocheremo fino all’ultimo. A dar retta ai numeri spesso si resta impiccati”.
Maurizio Ramazzotti ha posto l’accento sul significato politico del voto: “Vogliamo confermarci il primo partito della provincia per arginare l’azione del centrosinistra, che in questi anni ha penalizzato pesantemente il nostro territorio. Siamo ormai relegati ad essere la quinta provincia delle Marche”.
Vittorio Santori ha messo in rilievo la volonta del centrodestra di rilanciare il sud delle Marche: “La carenza d’infrastrutture del nostro territorio è abissale rispetto alle altre province marchigiane. La sanità e l’agricoltura sono i settori in cui si avverte maggiormente questo divario. Saremo sempre al servizio dei cittadini, esprimendo con forza i valori che ci contraddistinguono”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 533 volte, 1 oggi)