SAN BENEDETTO DEL TRONTO – *Seguo si dall’inizio con molta attenzione la vicenda della chiusura dell’accesso di collegamento tra l’area ospedaliera e via Padre Sigismondo Damiani, per tanti anni utilizzato dagli abitanti del quartiere per evitare il transito lungo la pericolosissima Statale Adriatica e poi fatto chiudere dalla Asl per assicurare la sicurezza del complesso ospedaliero.
Noto con piacere che, dopo le ripetute sollecitazioni dei cittadini, l’Amministrazione comunale, il 31 dicembre 2004, con atto del dirigente del Settore Lavori Pubblici, ha impegnato 6500 euro per realizzare il cancello che mette in comunicazione i due spazi.
L’azienda sanitaria, nell’esaminare il progetto elaborato dal Comune, ha posto come condizione l’installazione di un citofono, collegato con la postazione di controllo della guardia giurata situata all’ingresso del pronto soccorso, che resti attivo 24 ore su 24 allo scopo di controllare chi accede all’area ospedaliera.
Tutto è a posto, dunque, ma manca il via ai lavori: mi chiedo perché ciò non sia ancora avvenuto a quasi tre mesi di distanza dallo stanziamento dei lavori.
*Il consigliere Comunale Federico Olivieri

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 565 volte, 1 oggi)