GENOVA – Radio Mercato non ha tardato a diffondere le trattative relative al
tandem offensivo dei satanelli. All’inizio della stagione i fari della
ribalta erano puntati sui grossi nomi, Lulù Oliveira e Giovanni Stroppa in
primis, e invece sono stati due giovani a trascinare la compagine pugliese
in zone importanti della graduatoria della C1.
Beppe Marotta, direttore generale e amministratore delegato della Sampdoria, con la collaborazione del suo braccio destro Asmini, avrebbe raggiunto un accordo per l’acquisto di Marco Cellini, attaccante nativo di Firenze, classe 1981. Si tratta di una promettente punta, che vanta alle spalle una lunga militanza in compagini toscane, tra cui Fucecchio, Prato e Montevarchi. Tante presenze
appunto, ma poche reti siglate, fino a quest’anno. La stagione in corso è
stata quella della ribalta: 11 goal segnati finora, vari assist e una grande
rapidità sul fronte offensivo.
Il direttore sportivo del Genoa Capozucca è stato invece positivamente impressionato dall’attaccante francese Mounard, classe 1980, finora 8 centri, prelevato in estate dal Mons, allenato da Brio, compagine nella quale ritrovavamo pure gli italiani Malusci, Mirri e Cardascio. Secondo i ben informati, il grifone sembra aver anticipato sul fotofinish il Verona. Non è una novità. Il Foggia ha sempre sfornato grandi talenti, gli ultimi, in ordine di tempo e non di certo di qualità, sono Oshadogan (Monaco), G.Colucci (Reggina), Pazienza (Udinese), Mariniello (Pescara), De Zerbi e Del Core (Arezzo), quest’ultimo, proprio in questi
giorni, coinvolto in una clamorosa inchiesta sull’estorsione.

Fonte: tuttalac.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.072 volte, 1 oggi)