GROTTAMMARE – Opposizione al contrattacco a Grottammare. Ieri sera, come descritto nel precedente articolo, i consiglieri della minoranza di centro-destra hanno abbandonato l’aula consiliare prima dell’inizio della discussione perché il Consiglio Comunale aveva deciso di discutere la mozione presentata dal centro-destra al termine dell’ordine del giorno, mentre i consiglieri del Polo volevano inserirla al punto 1 (clicca qui per leggere il testo).
“Volevamo condannare l’evento violento che ha coinvolto il consigliere Roberto Marconi – afferma Raffaele Rossi di Alleanza Nazionale – ma il nostro non voleva essere un intervento provocatorio, anzi: poiché al punto successivo era stata inserita una nostra interrogazione inerente lo stesso l’episodio, ci sembrava auspicabile una sorta di condanna unanime dell’atto che, contemporaneamente, offriva una lettura pacata di quanto avvenuto. Volevamo stemperare la tensione e la lettura poteva essere fatta soltanto al punto 1, per evitare che fosse poi sorpassata dalla discussione seguente.?
Invece tutto è degenerato, stando almeno alla ricostruzione di Rossi: “Ci sono stati alcuni minuti di pausa in cui si sono riuniti i capigruppo, nel tentativo di capire se era possibile discutere la nostra mozione al punto 1 dell’ordine del giorno?. I capigruppo erano lo stesso Rossi per Alleanza Nazionale, Vittorio Santori per il gruppo Il Governo dei Cittadini – Grottammare Unita, Luigi Merli per Solidarietà e Partecipazione, e Stefano Fabbioni in qualità di Presidente del Consiglio Comunale. Secondo Rossi “io avevo chiesto di leggere, in quella sede separata, la nostra mozione, ma il Sindaco Merli non ha voluto che lo facessi. Ci siamo allora rifiutati di leggerlo anche a Fabbioni.?
Dunque si è arrivati ad una rottura essenzialmente per una questione formale? “Devo dire che il Sindaco Merli si sta dimostrando la persona sbagliata nel posto sbagliato – continua Rossi – Trovo sconveniente che il Presidente del Consiglio non conosca a menadito il regolamento del consiglio comunale! Noi siamo uno dei pochi Consigli d’Italia dove fra consiglieri ci rivolgiamo con il ‘tu’, e poi veniamo costretti a simili procedure formali! Sono comunque convinto che se nella riunione dei capigruppo non fosse stato presente Merli ma Giuseppe Marconi tutto questo non sarebbe accaduto?
Facciamo notare a Rossi che la mozione poteva essere presentata qualche giorno prima, e non si sarebbe verificato nessun problema. “Non siamo riusciti ad incontrarci per problemi professionali. Ma nel tardo pomeriggio avevamo pensato di disinnescare la polemica dell’interrogazione successiva.?
In realtà sembrava che il centro-destra si lamentasse per il Bilancio (Vittorio Santori ha sventolato provocatoriamente un quotidiano locale con un titolo sul tema): “Occorre precisare – dice Rossi – Il Bilancio diventa esecutivo soltanto dopo che viene approvato dal Consiglio Comunale. Il Sindaco invece ha convocato una conferenza stampa sul Bilancio presentandolo con toni trionfalistici ancor prima che venisse approvato! È, secondo noi, un comportamento gravissimo! Ieri sera c’era la possibilità di emendare il Bilancio, che invece la stampa aveva già descritto.?
Quale sarà la conclusione di questa vicenda? Rossi non ci va piano: “Terremo una linea di opposizione durissima.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 605 volte, 1 oggi)