GROTTAMMARE: Di Clemente, Cocciardo, Marcantoni, Del Moro, Moro, Traini, Coccia, Marcucci, Pazzi(75’ Oddi), Gentili(34’ Bollettini(85’ Binari)), De Reggi. All. Izzotti
FOLIGNO: Tazza, Cossu(51’ Zebi), Garrasi(77’ Cenci), Pizzimenti(51’ Locci), D’Arrigo, Cherubini, Panico, Di Mauro, Cirillo, Iacona. All. Marini
Angoli 8-5; Arbitro Paoloemilio di Lanciano; Spettatori circa 700
8’ Grottammare subito in vantaggio con un’euroazione di De Reggi, Gentili e Pazzi. Quest’ultimo arriva davanti al portiere e mette in rete senza dare tempo a Tazza e la sua difesa di fare niente. (0-1)
45’ L’arbitro alla fine del primo tempo assegna 4 minuti di recupero. Marcucci lancia sulla destra, dove Pazzi stoppa e segna ancora da distanza ravvicinata, mandando così la sua squadra negli spogliatoi con la sicurezza di due goal di vantaggio. (0-2)
55’ Marcucci sfrutta una rimessa laterale per sfoderare un tiro micidiale dai 30 metri, che si infila sotto la traversa: è un altro eurogol biancoceleste e la partita praticamente già decisa. (0-3)
65’ Ripartenza del Foligno e Iacona –in contropiede, solo davanti alla porta- batte Di Clemente. L’1-3 adesso fa tornare al Foligno la speranza di recuperare.
80’ Buona azione di Bollettini che guadagna un angolo. Arriva così il quarto goal biancoceleste con un poderoso colpo di testa di Traini, talmente potente da sembrare un tiro calciato. (1-4). La partita è ormai chiusa definitivamente.
85’ Iacona ha un contatto molto dubbio nell’aera biancoceleste e l’arbitro assegna il rigore. Cirillo dal dischetto segna il goal del 2-4, ma le sorti dell’incontro non cambiano.
Pino Aniello (nella foto):
“Partita vinta alla grande. Abbiamo giocato un primo tempo praticamente perfetto, durante il quale abbiamo avuto il controllo quasi totale del gioco, senza dare spazio a grosse iniziative avversarie.
Nel secondo tempo ci sono stati solo un po’ lanci lunghi, qualche tiro da fuori di Iacona e alcuni stacchi di testa di Cirillo. E’ stato subito dopo l’eurogol di Marcucci -quello che ha decretato 3-0- che abbiamo avuto la certezza della vittoria. E’ stata una partita importante, siamo usciti tra gli applausi e personalmente ho ricevuto i complimenti dai dirigenti avversari. Con questo risultato forse abbiamo chiuso il discorso salvezza e possiamo cambiare obiettivo, puntando con decisione ai playoff?
Paolo Damiani

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 381 volte, 1 oggi)