GROTTAMMARE – Sabato prossimo, 19 marzo, la sala Kursaal ospiterà il convegno che avrà come protagonista il mondo di Casa di Alice, il centro diurno per soggetti affetti da disturbo generalizzato di sviluppo-disturbo autistico, con sede a Grottammare. “Casa di Alice incontra gli operatori del territorio? è il titolo dell’incontro, al quale parteciperanno varie figure professionali Asur e gli educatori del centro.
Si tratta di un’occasione per scambiare esperienze e fare il punto per sviluppare nuovi progetti.
I lavori inizieranno alle ore 9, con i saluti del sindaco Luigi Merli, dell’assessore alle Politiche sociali, Maria Cristina Costanzo, e della direttrice del distretto sanitario Asur-zona 12, Giovanna Picciotti. Nel programma dell’incontro, una serie di interventi da parte degli operatori di Casa di Alice (Stefano Mori, Sabina Ercoli e Monica Tegazi), della psicologa Marilena Tiburzi su “Metodologie di intervento e presentazione di un caso? e della piscopedagogista Antonia Pallotta con “Prospettive per Casa di Alice?. Parteciperà anche il coordinatore dell’Ambito territoriale, Antonio De Santis. La chiusura dei lavori è prevista per le 14.
“Casa di Alice? è una struttura socio-sanitaria nata nel marzo del 2000 da un accordo di programma tra l’allora Asl 12 ed il comune di Grottammare, quest’ultimo in qualità di ente capofila dei comuni di Cupra Marittima, Monteprandone, San Benedetto del Tronto, Ascoli Piceno, Roccafluvione, Martinsicuro ed istituti scolastici.
Dopo qualche anno trascorso ospite di un appartamento a San Benedetto, dal 2004 la sede del centro è in via Curtis, 23 a Grottammare. Attualmente, ospita 12 ragazzi affetti da grave patologia psichica, ma è in previsione l’ampliamento della ricettività.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.010 volte, 1 oggi)