SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Grottammare vuole tentare il colpaccio. Contro la capolista Foligno, mai sconfitto in casa, c’è bisogno della miglior squadra. I biancoazzurri hanno tutte le carte in regola per far traballare la vetta conquistando una doppia vittoria, sia per il morale sia per la classifica.
Il Centobuchi è atteso al varco dalla Civitanovese. Sfida play off per entrambe le formazioni che si distanziano un solo punto in graduatoria. Un successo significherebbe per i ragazzi di Marocchi un posticino in zona promozione, concorrenti permettendo.
Obbligo vittoria per il Porto d’Ascoli. La classifica piange punti e i biancocelesti non hanno più il tempo di sbagliare. Contro la Grottese, la squadra del tecnico Grilli (seppur in emergenza difesa a causa delle squalifiche di Giorgini e Capecci e dell’infortunio a Induti) deve assolutamente centrare i tre punti per tornare a respirare aria di play off.
L’Acquaviva ha deciso di non fermarsi neanche se di fronte ha la disperata Amandola (ultima). Con un quinto posto ben stretto nella mani, Balletta e compagni proveranno a renderlo più solido e duraturo. Lontani i tempi in cui erano vicini i play out.
Ringalluzzita dalla cinquina di mercoledì, la Ripa sta ripercorrendo il cammino interrotto un mese fa. Nella sfida contro un Pagliare in crisi, gli amaranto hanno la possibilità di conquistare un successo valevole per la zona promozione per tornare tra le grandi.
Big match tra Cuprense e Sangiorgese. I gialloblu, reduci da tre pareggi consecutivi, non possono permettersi altri passi falsi specie se l’avversario è la vice capolista con otto punti di svantaggio e una gara da recuperare. La squadra di Clerici ha la necessità di tornare a vincere per allontanare la Sangiorgese dal titolo finale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 271 volte, 1 oggi)