GROTTAMMARE – Se il tema portante del prossimo Consiglio Comunale di Grottammare, in programma martedì 15 alle ore 21:30, sarà il dibattito sul documento economico-finanziario per il 2005, la serata si preannuncia importante anche per chiarire due argomenti che hanno riscaldato la vita politica di Grottammare nelle ultime settimane.
In apertura infatti si discuteranno due interrogazioni presentate dalla minoranza consiliare: quella del “Progetto Vacanza senza barriere?, presentata dal consigliere Vittorio Santori, e quella avanzata dai gruppi “Il governo dei cittadini? e Alleanza Nazionale avente ad oggetto “Determinazioni del consiglio comunale sulla devianza politica in violenza?.
Ad ogni modo, i punti all’ordine del giorno sono undici, di cui molti attinenti al bilancio di previsione 2005. La discussione sul bilancio sarà anticipata ad ogni modo da cinque punti proposti dalle aree Urbanistica, Lavori pubblici e Tributi, rispettivamente per:
– l’approvazione della verifica qualitativa e quantitativa delle aree e dei fabbricati da destinare alla residenza e alle attività produttive e del loro costo di cessione;
– la destinazione dei fondi provenienti dagli oneri di urbanizzazione secondaria alle confessioni religiose che ne faranno richiesta per l’anno 2005;
– modifiche ai regolamenti per il servizio di smaltimento rifiuti e per l’applicazione della Tarsu;
– la modifica del regolamento Ici;
– la concessione alla Ancona Tributi della riscossione delle entrate comunali per l’anno 2005, mediante convenzione.
Con gli ultimi tre punti, il Servizio Urbanistica conclude altrettanti iter. Dure sono relativi alle varianti resesi necessarie, sia all’interno del piano di lottizzazione Tesino nord che nel vicino Peep Bernini, per la realizzazione del sottopasso ferroviario che collegherà la Statale 16 al lungomare, nei pressi del residence Le Terrazze. Da ultimo, il consiglio è chiamato a votare l’adozione definitiva della variante urbanistica necessaria alla reiterazione del vincolo preordinato all’esproprio dell’edificio Cantalamessa. L’immobile di proprietà del comune di Ascoli destinato alla realizzazione di 14 alloggi e vari spazi in comune per la residenza di anziani autosufficienti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 543 volte, 1 oggi)