OFFIDA – Sarà Elisabetta Pozzi ad interpretare “Fedra” nell’omonima tragedia che andrà in scena venerdì 11 marzo alle 21.00 al Teatro Serpente Aureo di Offida.
Lo spettacolo di Ghiannis Ritsos, per la regia di Francesco Tavassi, fa parte di ‘Quarta dimensione’, un ciclo di monologhi di ispirazione mitologica composto dal poeta greco durante l’esilio a cui fu costretto dalla dittatura dei colonnelli alla fine degli anni ’60.
La “Compagnia delle Indie Occidentali” allestirà il dramma di una donna vittima delle proprie passioni e dei sensi di colpa che ne scaturiscono; il monologo di Elisabetta Pozzi sarà accompagnato dalla musica di Daniele D’Angelo, e le tecnologie audio aituteranno a portare allo scoperto il mondo di suoni occulto, sotterraneo o a volte estraneo e lontano, in cui vive Fedra.
Fedra è la figura mitologica descritta da Euripide nella tragedia “Ippolito”. Figlio di Teseo, Ippolito, venera Artemide e non si cura di Afrodite. La Dea dell’amore, offesa, fa innamorare perdutamente di lui Fedra, sua matrigna. Commossa dalla disperazione di Fedra la nutrice ne confida la causa a Ippolito.
Ma l’epilogo sarà tragico: Ippolito impreca senza pietà contro Fedra la quale prima di uccidersi lo accusa per vendicarsi di averla violata. Teseo, maledirà il figlio e Poseidone farà travolgere Ippolito dai suoi cavalli in riva al mare. Portato morente a palazzo, Ippolito viene difeso da Artemide e poco prima di morire, si riconcilia con il padre.
Le musiche sono di Daniele D’Angelo, le scene di Alessandro Chiti, i costumi di Maria Rosaria Donadio. Organizzazione generale di Mariangela De Riccardis. Lo spettacolo rientra nella stagione teatrale organizzata dal Comune di Offida e Amat.
Biglietteria: Teatro Serpente Aureo, Piazza del Popolo, 3, Offida. Biglietti euro12,00-10,00-8,00-5,00. Info e prenotazioni: 0736/888765 -0736/888616, Amat 071/2072439. Inizio spettacolo ore 21.00.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.305 volte, 1 oggi)