ACQUAVIVA PICENA – Una cena divertente a base di pesce, buona musica e la possibilità di vedere la “grande famiglia Samb� riunita in una simpatica occasione. Questa è stata la “Serata delle Stelle Rossoblù 2005�, organizzata da “Sambenedetto Oggi� presso il Ristorante Abbadetta di Acquaviva, seconda edizione dopo quella che avvenne nel 2003 con la Samb di Colantuono (lo scorso anno…non fu possibile per le note polemiche societarie).
Erano presenti tutti i 27 giocatori in forza alla Samb con rispettive famiglie e fidanzate (per la verità i giovanissimi rossoblù sono quasi tutti, ancora, scapoli: fanno eccezione i “matusaâ€? Mancini e Colonnello e Tedoldi – gli unici sposati e con prole al seguito – e i “fidanzatiniâ€? uruguaiani Bogliacino e Dominguez). La squadra era accompagnata dai mister Ballardini e Beni, dal preparatore dei portieri Tuccella, dal d.s. La Rosa, dal team manager Scaringella, oltre che dal presidentissimo Umberto Mastellarini accompagnato da moglie e figlia.
La serata è scorsa via piacevolmente grazie alla bella organizzazione del nostro direttore Nazzareno Perotti: la grande sala del ristorante dell’Abbadetta risultava completa anche grazie alla presenza di moltissimi tifosi (e tifose), accorsi per trascorrere una festa della donna particolare in compagnia dei giocatori rossoblù. Dopo gli antipasti, si è provveduto a ravvivare la serata attraverso dei simpatici quiz calcistici del nostro esperto di calcio Roberto Raneri: “Voglio conoscere quattro coppie di fratelli che giocano dalla Serie A alla C2, esclusi i fratelli Femiano…�; “Chi sa dirmi l’ultima rete segnata da Colonnello?� (lo stesso ha dichiarato di aver segnato un gol nel 1998 durante i play-off, mentre l’ultimo gol in campionato risale al 1995); “Il risultato dell’ultimo incontro tra Italia e Uruguay� (1-0, Italia ’90); “Chi è il giocatore attualmente in attività che ha segnato più reti?� (Dario Hubner, 236); e così via.
Sono stati consegnati dei premi a chi riusciva ad indovinare per primo, consistenti in una litografia dell’intarsiatore sambenedettese Franco Luciani, in un cesto regalo del Ristorante Abbadetta contenente una bottiglia di vino e delle pesche dolci, e infine, come premio speciale di Cobra Sport, “le scarpe di Zola� della A-Line, vinte da Francesco Mancini, che ha indovinato la domanda sul miglior piazzamento del Bari (7° posto nel 1948-49, in Serie A).
Durante la serata, nella quale il poeta sambenedettese Giovanni Quondamatteo ha declamato la sua ultima poesia sulla Samb (la riporteremo a parte), ci sono stati altri momenti distensivi. Ogni giocatore e i due tecnici è stato premiato con un portachiavi nominativo, realizzato da “Il Campioneâ€?, ed inoltre sono state consegnate quattro targhe: a Vincenzo D’Ippolito per la campagna acquisti (D’Ippolito era assente per motivi familiari e il premio è stato ritirato da Mastellarini), a Taccucci in qualità di veterano rossoblù (è alla Samb dal 2001-02), a Cigarini come giovanissimo (è del 1986), e a Colonnello in qualità di capitano. “Sono tanti i calciatori della Samb che hanno scritto la storia del calcio italiano – ha detto il ‘decano’ dei giornalisti sambenedettesi, il direttore de L’Espresso Rossoblù Pino Perotti – cito velocemente Causio e Borgonovo, tralasciandone tanti altri. E sento che di questa formazione, saranno almeno tre a giocare in Serie A.â€?
Se i giocatori hanno abbandonato la sala attorno alle 10:30, sotto l’occhio vigile di Ballardini e Mastellarini, la serata è proseguita con un sereno faccia a faccia tra i mister Ballardini e Beni e i giornalisti sambenedettesi. Ballardini ha elogiato con convinzione Da Silva (“Sa difendere il pallone, aprire spazi a Leon e Bogliacino, e inoltre sa come indirizzare il pressing del centrocampo�) e ha spiegato con pacatezza le sue scelte e qualche sua reazione istintiva dopo le vittorie (“Con il Cittadella la vittoria è stata molto importante per noi�). Un’ultima annotazione dello stesso mister: “Io uso sempre il ‘noi’, perché le scelte non le faccio da solo ma le prendo insieme a tutto il mio staff. Ci riuniamo il venerdì, io assieme a Beni, La Rosa, Tuccella e i preparatori, e insieme prendiamo le decisioni principali per la partita di domenica.�
Non sono mancate anche riflessioni sull’imminente trasferta di Teramo. Se per Mastellarini, che è di Giulianova, è quasi un derby, per gli ex Zanetti e De Rosa si tratta di un’importante e ulteriore occasione di rivincita dopo quella della partita di andata.
Last but not least, forse il ricordo più bello della serata è legato ad un simpatico regalo con il quale il piccolo Luigi D’Ercoli ha omaggiato mister Ballardini: si tratta di un disegno nel quale il giovanissimo tifoso rossoblù ha immaginato il derby tra la Samb e l’Ascoli, con gli spalti coloratissimi dagli stendardi e dagli striscioni dei tifosi della Samb (tra cui il gruppo Baldi Giovanissimi, di cui Luigi è parte).
Per la prossima edizione della “Serata delle Stelle� la redazione di “Sambenedetto Oggi� sta pensando a tante altre novità: una potrebbe essere la premiazione di un giornalista che si è particolarmente distinto nel seguire la Samb Calcio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 537 volte, 1 oggi)