SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Settimio Capriotti, capogruppo consiliare di
Rifondazione Comunista, rispolvera il caso del ripascimento della spiaggia presentando un’interrogazione consiliare. “Il Messaggero del 27 febbraio scorso – scrive Capriotti nell’interrogazione – riporta le affermazioni del prof. Antonelli e del prof. Paltrinieri, nell’ordine presidente e responsabile tecnico scientifico dell’Osservatorio sull’erosione costiera per il recupero e la valorizzazione dei litorali, che sostengono che l’intervento di ripascimento é inefficace e sbagliato e che le sabbie del porto sono inadatte alla balneazione”.
Il capogruppo di Rc esorta il sindaco a chiarire la vicenda: “Chiedo al primo cittadino d’indicare con esattezza quale tipo d’intervento prevedeva l’autorizzazione rilasciata dal Genio Civile Opere Marittime di Ancona, di conoscere i risultati delle ultime analisi effettuate sulla sabbia prelevata dal bacino portuale e di verificare
Capriotti incalza il sindaco chiedendo anche eventuali provvedimenti nei confronti degli assessori responsabili dell’intervento di ripascimento: “Chiedo di verificare se l’intervento di ripascimento sia stato sbagliato e se intende prendere il provvedimento del ritiro della delega all’assessore promotore di tale intervento e contestualmente interessare la Corte dei Conti affinché i responsabili ne subiscano le conseguenze”.
“Chiedo di verificare – conclude Capriotti – se le sabbie del porto sono inadatte alla balneazione come sostengono i responsabili dell’Osservatorio e in tal caso se intende ritirare la delega all assessore latini che in questa vicenda ha mantenuto un mutismo assoluto come se tali problematiche non riguardassero il suo mandato”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 515 volte, 1 oggi)