SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Maria Rodriguez Peñarol è la fidanzata di German Dominguez. Ha 25 ed è un’infermiera specializzata nei vaccini ed in chirurgia cardiocircolatoria. Mi ha accolto con un calore tipico e inconfondibile degli abitanti dei paesi sudamericani. Mi ha chiesto subito se poteva parlarmi da amica e mi ha offerto una tazza di Mate classica bevanda sud-americana a base di erbe che si beve con il tipico bicchiere di legno e la pipa. E’ rimasta molto legata al suo paese, tanto che quando le chiedo di parlarmi della sua famiglia le diventano gli occhi rossi perché soffre molto la lontananza anche se si trova molto bene, anzi benissimo, a San Benedetto.
Come ti sei conosciuta con German?
Ci conosciamo da nove anni e frequentavamo la stessa scuola. Lui in quel periodo giocava già con il Club National de Football, Ma io non ne ero a conoscenza.
Come è iniziata la vostra avventura in Italia?
Prima che German venisse in Italia, avevamo progettato di andare a vivere insieme, quando poi fu chiamato per andare a giocare in una squadra italiana, rimasi in Uruguay. Quando German arrivò a San Benedetto, mi chiamò subito per convincermi ad andare da lui perché era tutto molto bello. Mi diceva, ed infatti era vero, che la città era molto bella, che la casa era sul mare ed aveva una splendida visuale, e che aveva trovato un’ambiente dove si trovava molto bene. Così che io non ho esitato molto, mi sono licenziata dove lavoravo e sono venuta subito da lui.
I tuoi genitori ti hanno mandato volentieri in Italia?
I miei genitori non mi hanno creato problemi, quando ho deciso di seguire German, perché lo conoscono da molto tempo e si fidano molto di lui.
Hai nostalgia della tua famiglia?
Mio padre si chiama Luis ed è informatore medico: sono molto legata a lui. Mia madre si chiama Amneris ed insegna “Storia dell’arte? all’Università di Montevideo. Ho un fratello di nome Hernàn che ha 29 anni e lavora con mio padre, ed ho un cane, un beagle, di nome Bernardo. Mi sento e mi vedo spesso con loro con internet attraverso la web-cam. E se posso, se questo articolo andrà on-line, vorrei cogliere l’occasione di salutarli, di dire loro che sto molto bene e che mi mancano molto.
Come ti trovi a San Benedetto? Hai fatto subito amicizia?
Come ho già detto qui è tutto molto bello, il clima, il posto, la gente, anche se noi siamo molto più caldi nei rapporti interpersonali. Ho legato con diverse ragazze: Emanuela , la signora Beni; Anna, la signora Tedoldi; Maria, la ragazza di Bogliacino e Michela, la moglie di Gutierrez che purtroppo è andata via.
Che progetti avete per il futuro?
Per quanto riguarda il mio lavoro, vorrei specializzarmi in Italia e lavorare nel mio settore, e quindi sposarmi. Mentre per German vorrei che i suoi sogni si realizzassero, perché è un professionista e si allena molto seriamente e con costanza.
Segui il calcio ed in particolare la Samb?
Sì, lo seguo ed ho visto molte partite della Samb. L’ho seguita in molte trasferte, quando c’era Michela, la moglie di Gutierrez, perché lei guidava l’auto ed io e Maria Bogliacino la seguivamo. Siamo andate in trasferta a Chieti, a Rimini, a Giulianova, a Fermo, mentre a San Benedetto ho visto tutti gli incontri, mi piacciono molto. L’unica differenza con il calcio uruguaiano è che in Italia il gioco è molto più duro, ci sono più contrasti sul campo ed io ho sempre paura che si faccia male di nuovo.
Cosa ne pensi del pubblico di San Benedetto?
Mi piace tantissimo, ma ancora di più mi piacerebbe vedere la partita in curva per incitare la squadra ed essere partecipe del tifo degli “ultras?. Sono molto belle anche le coreografie e i canti alla Samb.
Segui anche il calcio in Uruguay?
Sì, tifo per il Club Atletico Penarol che gioca in serie A, dove ha giocato Pablo Bengoechea, Pablo Montero e Carlos Aguillera.
Cosa ti senti di dire alla società e al pubblico di San Benedetto?
Devo ringraziare molto la società perché si è resa sempre molto disponibile e per l’aiuto che ci hanno dato per qualsiasi problema, viste le notevoli difficoltà che abbiamo incontrato per quanto riguarda la lingua. Ora stiamo andando al corso di Italiano (siamo un bel gruppo: io e German, Maria e Mariano Bogliacino e Amodio) e devo dire che ora va molto meglio. Al pubblico auguro che la Samb possa raggiungere la serie B e che German possa contribuire a questo.
Marisa Brasiliano

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 540 volte, 1 oggi)