SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il derby del Partenio è stato il match più seguito dell’intera terza serie: 7.823 gli spettatori della sfida tra irpini e sanniti. Il veleno sulla coda: quando mancava circa un quarto d’ora al termine della contesa diverse centinaia di tifosi avellinesi si sono ripetutamente scontrate con le forze dell’ordine, causando il ferimento di cinque poliziotti e l’arresto di un ultras biancoverde.
I numeri dell’impianto irpino non teme il confronto con i restanti stadi delle divisioni est ed ovest. Se i dati dello Zaccheria (4.028), del Riviera delle Palme (3.326; momenti di tensione anche in riviera dove dopo il 90° i sostenitori reggiani hanno provato a venire a contatto con i tifosi di casa, scontrandosi invece con le forze dell’ordine), dell’Euganeo (3.206) e del Neri (3.200) vanno tutto considerati all’altezza della situazione, non possiamo affermare la stessa cosa negli altri casi: 2.520 le presenze al Fadini di Giulianova per un derby in tono minore tra gli uomini di Cuttone ed il Teramo, 2.329 all’Angelini di Chieti, dove grazie agli oltre 1.000 sostenitori azzurri gli abruzzesi hanno fatto registrare l’afflusso più numeroso da inizio campionato – sarà così per la stragrande maggioranza delle città che ospiteranno la neonata società di Aurelio De Laurentiis – 1.953 al Tursi di Martina Franca e appena 632 anime al Benelli di Pesaro dove i tifosi, mai particolarmente numerosi a sostegno dei colori biancorossi, si stanno rassegnando alla retrocessione della propria squadra del cuore.
I sopraccitati numeri conferiscono al girone B una media pari a 3.224 unità.
Nell’altro girone le cose vanno decisamente peggio (la media è di 1.761 spettatori a incontro) se è vero, come è vero, che gli stadi più popolati sono lo Zini di Cremona (2.779), il Fortunati di Pavia (2.594) e l’Olimpico di Grosseto (2.573). Molto al di sotto dei menzionati numeri – da sottolineare il fatto che Cremonese, Pavia e Grosseto, nonostante si contendano le primissime posizioni della divisione ovest, non riescono ad infiammare particolarmente le proprie tifoserie – quelli concernenti gli impianti di Pistoia (1.958), Frosinone (1.815), Como (1.449), Novara (1.355), Lucca (1.036) e Lumezzane (297).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 328 volte, 1 oggi)