ALBA ADRIATICA – Il Festival di Sanremo non è solo la vetrina della musica che sarà, è soprattutto la vetrina della moda che si vivrà.
Gli artisti sul palco accompagnati dall’orchestra ogni sera hanno comunicato emozioni con le loro canzoni ma anche lanciato idee, copiabili o meno, per vestire. Quanto è stato detto e scritto, infatti, della coppola in pelle trendissima di Nicola Arigliano o degli abiti svolazzanti e a volte molto ingombranti di Antonella Clerici?
E lo stilista di Alba Adriatica, Loris Danesi, curatore d’immagine della show girl Barbara Chiappini e look maker di molti altri personaggi dello spettacolo, nella “città dei fiori” è stato chiamato proprio per parlare dell’accaduto o meglio di ciò che si è vestito al Teatro Ariston durante queste cinque serate. E il suo commento non è stato sempre molto positivo.
In network radiofonici e televisivi, nella settimana sanremese, Loris con le modelle, Sara Felicetti e Selene Cervigni, l’ARCagency FASHION ART ed il fotografo Francesco Rastelli ha poi proposto il suo “look” indiscutibilmente “up-to-date” e “in fashion”.
Al Music Village dove era stato sistemato il “Salotto dei Vip” e all’hotel Londra, punto di ritrovo di artisti e media, il designer ha invece incontrato Rita Pavone, Teddy Reno, dj Francesco, Marcella Bella (pare che gli abiti che ha indossato durante la kermesse siano stati disegnati proprio da lei compreso quello della prima serata riportante sul retro la scritta argentata – UOMO BASTARDO- che poi è il titolo del suo pezzo) ed ancora Federica Felini, Massimo Giletti, Alexia, Umberto Tozzi, Anna Tatangelo e molti altri.
A Sanremo, lo stilista con le sue modelle ha infine calcato la “passerella” il tappeto rosso in prossimità del Teatro, d’obbligo, tra la folla sempre desiderosa di autografi e di sorrisi

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 708 volte, 1 oggi)