GROTTAMMARE – *In merito alle esternazioni espresse dal sen. Ciccanti sulla vicenda Mazzagufo-Marconi, apparse sulla stampa, con il chiaro intento strumentale di colpire politicamente la Sig.ra Costanzo, vice sindaco di Grottammare, esprimo sia a titolo personale che a nome del circolo di Rifondazione Comunista, tutto il nostro sostegno a Cristina invitandola a continuare nel suo impegno amministrativo che da anni è largamente apprezzato e condiviso dai cittadini.
Accusare Cristina Costanzo di essere la “mandante morale di una spedizione punitiva? così come dipingere il consigliere Roberto Marconi come vittima di “un’aggressione politica?, come afferma il Sen. Ciccanti, è una gravissima speculazione elettoralistica e che non tiene affatto conto della realtà dei fatti.
Nel ricordare la nostra pratica politica, distante da ogni forma di violenza, ci chiediamo invece come mai nessuno degli esponenti del centro destra abbia avuto parole di condanna nei confronti degli ignoti che nottetempo hanno riempito il lungomare di scritte offensive contro la Costanzo? Non è anche quella una forma di violenza? Utilizzando lo stesso ragionamento di Ciccanti si potrebbe allora sostenere che i “mandanti morali? di quelle scritte sono gli esponenti locali del centro destra.
Ci chiediamo anche come mai il Senatore, così attento a quello che accade a Grottammare, non si sia accorto e non abbia avuto parole di condanna quando, lo scorso anno nel giorno delle elezioni provinciali, la sede del nostro partito fu devastata da un raid teppistico di chiara matrice di fascista. Anche in quel caso, applicando il “teorema” Ciccanti, si sarebbero potuti accusare gli esponenti politici del centro destra, autori di una durissima campagna politica nei confronti del nostro partito e dell’allora candidato Presidente Massimo Rossi, di essere i “mandanti morali? di quell’azione? Noi non abbiamo mai lanciato questo genere di accuse e continuiamo a non farlo.
Invitiamo quindi il senatore Ciccanti e gli altri esponenti del centro destra, evidentemente in preda a fibrillazioni preelettorali, a rasserenarsi e ad evitare strumentalizzazioni politiche di fatti, pur spiacevoli, e a riportare il confronto politico su livelli di civiltà e correttezza che sono quelli che i cittadini da sempre apprezzano.
*Il segretario del Circolo del Partito della Rifondazione Comunista Gabriele Illuminati

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 490 volte, 1 oggi)