SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo la beffa di sabato scorso con il Cattolica, il Grottammare è pronto a prendersi la rivincita. Contro il Fortis Spoleto, i biancoazzurri non vogliono deludere i propri sostenitori. Una sfida d’alta classifica che la squadra del tecnico Izzotti ha la necessità di non perdere per raggranellare il prima possibile i punti salvezza poi quelli per i play off.
Big match al “Ciarrocchi? tra i padroni di casa e la capolista. Il Porto d’Ascoli affronta la Cuprense. Un momento delicato per entrambe le formazioni in cui chi avrà maggior temperamento e manterrà i nervi saldi porterà a casa l’intera posta in palio. Per i ragazzi di mister Grilli è una sfida troppo importante, vale l’intera stagione. Una vittoria significherebbe essere presenti per la lotta verso la zona promozione.
La Cuprense, che sta attraversando un periodo di leggera crisi di risultati, non può permettersi altri passi falsi. Gli otto punti di vantaggio dalla Sangiorgese possono sembrare tanti ma basta un errore e potrebbero ridursi a cinque. C’è un primo posto da salvaguardare.
L’Acquaviva deve vedersela con lo zoccolo duro Acquasanta. Una gara che vede avvantaggiata la formazione del tecnico Travaglini visti gli ultimi risultati utili rispetto ai termali che nel mese di febbraio tra rinvii per neve e partite giocate non hanno conquistato nessun punto.
La Ripa è ospite dell’Atletico Piceno. Interessante sarà la sfida tra gli attaccanti delle due squadre, da una parte Nannuzzi e Fiorino e dall’altra Bangura e Brandimarte. Gli amaranto vogliono tornare ad essere protagonisti proprio come qualche mese fa.
Il Centobuchi osserva un turno di riposo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 320 volte, 1 oggi)