GROTTAMMARE – *Solidarietà da parte dei Verdi per gli attacchi ingiustificati portati al vicesindaco Maria Cristina Costanzo che deve per i Verdi continuare a svolgere la sua attività nella amministrazione comunale di Grottammare.
Sapevamo che i toni politici in vista delle prossime elezioni regionali si sarebbero inaspriti ma mai pensavamo si arrivasse a tale imbarbarimento della politica.
Nel condannare qualsiasi forma di violenza, anche se probabilmente scaturita da provocazioni reiterate e continuate nel tempo, riteniamo come Verdi che se i partiti di minoranza del Comune di Grottammare ritengono che siano state commesse irregolarità relativamente alla concessione dello chalet di pescaturismo di Elvio Mazzagufo debbano rivolgersi alla magistratura, come alla magistratura ci si deve rivolgere per gli ultimi eventi. Detto questo i Verdi stigmatizzano il comportamento strumentale e di bassa speculazione politica contro l’attuale vicesindaco di Grottammare Cristina Costanzo.
Ritegno che sia indispensabile riportare il confronto politico sui binari della civiltà ed invito tutta l’opposizione di Grottammare, compreso il senatore Ciccanti, a capire che le dimissioni da vicesindaco di Cristina Costanzo non si possono chiedere poiché nulla hanno a che fare con l’attività amministrativa della Costanzo che ha avuto sempre il riconoscimento della popolazione in quanto amministratrice competente, responsabile e inattaccabile da un punto di vista morale.
Al senatore Ciccanti chiederei di riservare il suo prezioso tempo ad interrogazioni parlamentari ed argomentazioni molto più importanti e non strumentali che esistono sul territorio del suo collegio di elezione.
*Pietro D’Angelo, consigliere regionale dei Verdi

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 520 volte, 1 oggi)