CUPRA MARITTIMA – Dai recessi più oscuri del Teatro dell’Opera, una voce misteriosa chiama Christine Daae, innocente ballerina di fila. Solo la direttrice del ballo, Madame Giry sa che quello che Christine chiama il suo “Angelo della Musica” in realtà è il Fantasma, un geniale musicista sfigurato che abita i sotterranei dell’Opera, terrorizzando la compagnia di artisti che vivono e lavorano lì. Quando la capricciosa primadonna Carlotta abbandona la scena nel bel mezzo di una prova generale dell’ultima produzione della compagnia, ai due nuovi zelanti direttori del teatro non resta che spingere sulla ribalta la giovane Christine. (www.trovacinema.it)
Nella regia di Schumacher, un abile regista che non lesina su passioni e barocchismi, il triangolo amoroso acquista una palpitante valenza romantica, ben intonata alla partitura che è la più “italiana” fra quelle di Webber. E se la Rossum è un’incantevole immagine prerafaellita, Butler è un fantasma seducente che non mancherà di accendere l’interesse del pubblico femminile.” (Alessandra Levantesi, ‘La Stampa’, 18 dicembre 2004)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 325 volte, 1 oggi)