MONTEPRANDONE – Primo Vallorani è un Presidente di sani principi che spinge i giovani a praticare lo sport per allontanarsi dalla strada, per vivere una vita seria, sana ed onesta.
Quando è nata l’associazione sportiva “Nuova Podistica Centobuchi Monteprandone??
La sede è qui a Centobuchi e risale agli anni ’90 quando era ancora chiamata “Podistica Centobuchi Monteprandone?. Il nome attuale risale a due anni fa.
Qual è lo scopo che si prefigge l’associazione?
Siamo una società sportiva a livello amatoriale e il nostro scopo rimane sempre quello di stare bene insieme e fare sport nel modo più vero possibile. Ovviamente per i nostri atleti è un hobby, però tutto sommato siamo una società che nelle Marche non è inferiore a nessuno.
Quanti sono gli iscritti? Ci sono dei giovani o persone che non sono di Monteprandone?
Abbiamo 50 iscritti dai 20 anni in su. I giovani sarebbero la forza della società, ma visto la mancanza di una pista dove poterli allenare, purtroppo, non ne abbiamo. I nostri iscritti sono anche di San Benedetto. Il nostro orgoglio è Denis Cursi maratoneta di livello nazionale, proprio di Centobuchi.
Non è semplice quindi praticare questo sport visto la mancanza di strutture adeguate.
Il Sindaco di Monteprandone Menzietti vorrebbe fare una pista per l’atletica ma dovremmo chiedere l’aiuto del CONI. Non sarà facile ma per la Vallata realizzare la pista sarebbe un fiore all’occhiello.
Domenica 20 febbraio si è tenuta la 16° edizione della “Maratonina Città di Centobuchi?, quali sono stati i risultati ottenuti?
E’ stata una bellissima gara con atleti provenienti da molte regioni. Gli iscritti sono stati oltre 1300. Ci ha fatto molto piacere la partecipazione di un corridore di Formula Uno come Jarno Trulli. Ne approfitto per ringraziare l’amministrazione comunale, la Banca Picena Truentina e il nostro sponsor Baden Haus. In particolar modo abbiamo gradito le parole di elogio del sindaco. Ciò ci gratifica e è per noi motivo di orgoglio.
Si ritiene soddisfatto dei risultati ottenuti dalla sua società e di ciò che ha fatto e che continua a fare personalmente?
Sono contento perché abbiamo un gruppo che lavora veramente bene. Da giovane praticavo sport, ho fatto atletica del ’55 fino al ’60. Ero dell’ASA di Ascoli, di cui sono tutt’ora associato e simpatizzante.
Che rapporti avete con le altre società podistiche della Riviera delle Palme?
A questi livelli amatoriali c’è sempre un rapporto leale di amicizia e di cordialità. Non si guarda al risultato: chi anima questo spirito è la volontà perché senza volontà non si va avanti in nessun campo. Quindi lo sport a livello amatoriale è volontà, è grinta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 509 volte, 1 oggi)