GROTTAMMARE – Negli ultimi giorni sono sorte delle polemiche in merito al mercato rionale di Piazza Carducci (Zona Ascolani): qualcuno ha pensato che fosse volontà dell’Amministrazione Comunale di smantellarlo. Il Sindaco Luigi Merli, tuttavia, precisa che non è assolutamente intenzione della Giunta Merli di eliminare il mercato ambulante.
“Non c’è alcun tipo di volontà a sopprimere il mercato di piazza Carducci – spiega il Sindaco – Abbiamo semplicemente raccolto numerose lamentele da parte dei residenti e dei commercianti della zona che successivamente abbiamo girato all’assemblea di una riunione di quartiere. Che questo desiderio di testare l’effettiva volontà della maggioranza dei residenti possa essere stato interpretato come una presa di posizione da parte dell’amministrazione comunale mi sembra alquanto eccessivo.â€?
Il Sindaco Merli replica in questo modo all’allarmismo esternato pubblicamente sulle pagine di un quotidiano locale da alcuni residenti e commercianti ambulanti. Del tema se ne era parlato in sede di bilancio partecipativo, senza tuttavia arrivare ad ipotesi pratiche.
Il mercato rionale di Zona Ascolani è un mercato di tipo “ordinario�, cioè per il quale non vi è alcuna limitazione merceologica, e “settimanale�, cioè si svolge con regolarità in un preciso giorno della settimana (lunedì). E’ stato istituito con delibera di consiglio comunale nel maggio del 2001 e reso effettivamente operativo nel mese di ottobre dello stesso anno. Successivamente (nel 2003), è stato oggetto di una serie di interventi migliorativi che ne hanno modificato sia l’ampiezza che la dislocazione dei banchi, al fine di adeguarne la fruibilità alle esigenze del quartiere. Nel corso del tempo, inoltre, ha visto aumentare il numero dei commercianti ambulanti, che, dai 21 iniziali, so no passati agli attuali 25, di cui 8 riferiti al settore alimentare (ambito merceologico che va per la maggiore).
“Da parte nostra – conclude Merli – siamo contentissimi di apprendere che il mercato rionale di piazza Carducci funzioni e che piaccia alla gente. E’ un servizio in cui abbiamo fortemente creduto e che abbiamo istitutito anche come risposta a esplicite richieste dei cittadini. Perché mai avremmo preso la decisione, ora, di eliminarlo?â€?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 371 volte, 1 oggi)