SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alla fine il big match della quarta giornata di ritorno del campionato di Serie D, girone H, se lo aggiudica la Virtus Samb per 5-4 a discapito del Port Cafè, in una gara molto equilibrata, decisa solo all’ultimo secondo di gioco. Per gli uomini di Albertini una vittoria che vale doppio in ottica play-off: si consolida la propria posizione e, probabilmente, si fa fuori una diretta concorrente.
Il Port Cafè sicuramente ha pagato eccessivamente l’assenza del proprio capitano, nonché uomo di maggior esperienza, Germano Pompili, il qual avrebbe fatto comodo soprattutto verso la fine della gara dove i giallo-grigi hanno pagato la poca esperienza, frutto di una squadra molto giovane.
Dopo un inizio gara non spettacolare, era il Port Cafè a portarsi in vantaggio, ma la reazione dei padroni era immediata e si concretizzava nel pareggio su punizione di Albertini e nel vantaggio di Ricci, la cui imbucata si trasformava in un tiro beffardo che sorprendeva l’estremo difensore ospite.
Nella ripresa, era capitan Lucidi a triplicare per i rossoblu con una gran azione personale. Sotto per 3-1, mister Trovarelli suonava la carica e prima su tiro libero, poi con Perozzi, gli ospiti raggiungevano il pareggio. Anzi, sempre su tiro libero, sfioravano il vantaggio, colpendo in pieno la traversa (incomprensibile, tuttavia, il cambio del tiratore che prima si era ben comportato). E, come spesso accade nel calcio, arrivava il vantaggio della Virtus grazie a Giovanni Palestini, autore di una bella discesa. Il Port Cafè non si arrendeva e perveniva di nuovo al pareggio, sempre su tiro libero (stavolta, con lo stesso realizzatore del primo tiro); ma proprio allo scadere, arrivava la rete della vittoria dei padroni di casa, ancora ad opera di Marco Albertini che si procurava il fallo (sesto) e realizzava la rete della vittoria su tiro libero.
Il 5-4 finale premia la formazione che ha saputo sfruttare, con maggiore esperienza, le pecche dell’avversaria…ma d’altronde…nel calcio a 5 spesso vince chi sbaglia di meno…

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 398 volte, 1 oggi)