SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riportiamo integralmente l’intervento tenuto dal sindaco Domenico Martinelli sulla manovra finanziaria 2005 nel corso del consiglio comunale di ieri sera: “Quello che proponiamo quest’anno per l’approvazione è il quarto bilancio della nostra Amministrazione Comunale; come negli anni precedenti, presentiamo un bilancio sano e ricco di risorse, sia per quello che riguarda i servizi a beneficio del cittadino che per quello che concerne gli investimenti in opere pubbliche per lo sviluppo della nostra città.
Anche nel 2005 aumentano gli stanziamenti previsti a disposizione di ogni settore, a conferma di un trend di crescita dei servizi nella città; tutto questo nonostante i contributi Statali e Regionali siano, ormai da anni, in costante diminuzione, e riuscendo contemporaneamente a raggiungere gli obiettivi di diminuzione delle tasse e riduzione dell’indebitamento.
Sul fronte delle tasse, dopo aver lasciato per ben tre anni consecutivi invariate le aliquote fiscali, quest’anno proponiamo una diminuzione dell’aliquota ICI sulla prima casa di abitazione, portandola dal 4.6 al 4,3 per mille, andando così a favorire la gran parte dei nuclei familiari sambenedettesi che posseggono, appunto, solo la prima casa; contestualmente, aumenta l’ICI sulle abitazioni sfitte dal 7 al 9 per mille, per cercare di favorire la reperibilità sul mercato di case in affìtto da parte delle famiglie bisognose e per investire le maggiori risorse a beneficio dei servizi ai cinadini. La tassa rifiuti, invece, rimane invariata per il quarto anno consecutivo.
Discorso a parte va fatto per gli investimenti in opere pubbliche, per le quali questa Amministrazione ha investito una quantità di risorse imponente: 14 milioni di euro sono previsti per il solo Bilancio 2005 che portano a 40 milioni di euro la cifra complessivamente investita da questa Amministrazione; ripeto, una quantità di risorse straordinaria, senza aumenti di tasse e riducendo i debiti.
Nel Bilancio 2005 spicca l’investimento di 4.400.000,00 euro per il secondo tratto di riqualificazione del lungomare, in maniera tale da completare i lavori in corso su tutto il tratto della Rotonda di Porto d’Ascoli fino al “Las Vegas”, per intenderci; un’opera importante, storica, a valere per i prossimi decenni, che la città aspettava da tanto tempo e che contribuirà in maniera importante allo sviluppo turistico della città.
Altro stanziamento di rilievo è quello che riguarda Via XX Settembre, dove investiremo, per la sua completa riqualificazione, 600.000,00 euro; dopo Via Montebello e Viale Moretti Est, questo è così il terzo tratto del centro cittadino che provvediamo a riqualificare, in soli quattro anni; sempre a proposito di centro cittadino, ricordo anche i 150.000,00 euro che serviranno per lo smantellamento del vecchio mercatino di Via Montebello e per la sua riqualificazione, senza dimenticare i 500.000,00 euro che sono in bilancio per la parte est di Viale De Gasperi, in maniera tale che, nel 2006, anche questa importante arteria cittadina avrà il look completamente rifatto.
Sono questi tutti interventi di riqualificazione di importanti zone commerciali cittadine, anche a sostegno di un settore, quale quello del commercio, che da sempre caratterizza la nostra città con grande dinamismo.
A nord della città provvediamo a sanare la mancanza di un’opera che non poteva ormai più ritardare: la Piazza S.Filippo Neri, con contestuale rifacimento di quello che è l’ingresso nord della città, per la quale sono stanziati 520.000,00 euro.
Nella delibera facciamo inoltre riferimento ai finanziamenti Governativi per complessivi Euro 3.300.000.00 nel triennio 2005 2007 per l’Albula e Viale delle Palme; gli stanziamenti verranno iscritti in bilancio non appena esecutivi i Decreti di riferimento.
Non ci dimentichiamo poi gli stanziamenti per i lavori nei quartieri; anche quest’anno investiremo consistenti risorse per le manutenzioni straordinarie che sono state per tanti, troppi anni trascurate.
Penso che negli ultimi quindici anni nessuna Amministrazione Comunale ha realizzato tanti asfalti – marciapiedi – fogne – illuminazioni, quanti ne abbiamo realizzati noi; del resto, continuo a ripeterlo, sono queste le cose che più ci chiedono i cittadini, soprattutto nelle assemblee pubbliche.
Anche nell’edilizia scolastica questa Amministrazione ha sin qui investito ingenti risorse: otto milioni di euro per la sicurezza e il benessere dei nostri figli, in un settore, quale quello della scuola, in continua evoluzione e le cui esigenze sono tante e complesse.
A tal proposito, nel bilancio pluriennale abbiamo previsto per il 2006 gli stanziamenti per l’ampliamento della scuola Alfortville (900.000.00 euro) e per l’ampliamento della sala mensa della scuola Moretti (400.000,00 euro).
Per quanto riguarda lo sport, abbiamo raddoppiato i fondi per promuovere le attività e le manifestazioni, confermati gli stanziamenti per la Sambenedettese Calcio e la corsa ciclistica della Tirreno-Adriatico, per i tanti appassionati di questo bellissimo sport; inoltre, abbiamo previsto due importanti stanziamenti per quanto riguarda l’impiantistica sportiva: 150.000,00 euro per la pista di pattinaggio e 80.000,00 euro per il rifacimento della copertura del Palazzetto dello Sport; quello dell’impiantistica sportiva è un altro di quei settori dove la città accusa un pesante ritardo a causa di tanti, troppi anni di incuria.
Consci del fatto che tanti altri impianti sportivi sono da ristrutturare, questi due importanti stanziamenti, insieme a quelli finanziati negli anni precedenti, sono a dimostrazione dell’impegno e della sensibilità di questa Amministrazione, anche nei confronti dello sport dilettantistico che in città coinvolge l’impegno e la passione di migliala di atleti e famiglie.
Anche l’ambiente ci sta a cuore; segnalo l’iscrizione in bilancio dei fondi regionali per l’avvio della gestione della Riserva naturale della Sentina, un importante obiettivo per il cui raggiungimento abbiamo fornito un contributo determinante; inoltre, a fronte di una raccolta differenziata dei rifiuti da parte delle famiglie che è in continua e costante crescita, provvediamo a co-finanziare, con 60.000,00 euro, la realizzazione della seconda ricicìeria cittadina, che sorgerà a nord della città, in zona porto.
A proposito di porto, nella programmazione 2005 è previsto un altro importante intervento di ammodernamento delle attrezzature portuali per il settore della pesca, già ammesso a benefici contributivi per l’85% della spesa complessiva prevista che sarà di 762.000,00 euro.
Prosegue la crescita, qualitativa e quantitativa, anche per quello che riguarda i servizi sociali; nel 2005 ci sarà l’avvio del Centro diurno per i malati di Alzheimer e il nuovo Centro per i giovani nella casa colonica di Campo Europa; ritengo altresì importante segnalare la riconferma dello stanziamento di 40.000,00 euro per aiutare le famiglie bisognose nel pagamento dell’affitto di casa ed il contributo di 35.000,00 che servirà per aiutare la Caritas a realizzare la nuova mensa per i poveri.
Considerevole è l’attenzione, e le risorse, che continuiamo a riservare al turismo ed alla cultura, anche per dare continuità a tutte quelle manifestazioni ormai divenute patrimonio cittadino: Miss Italia, attività teatrale e Palazzina Azzurra, Premio del Tascabile, Scultura viva, considerando anche l’importante sviluppo dato negli ultimi tempi ai concerti e manifestazioni musicali che tanto successo hanno riscosso, soprattutto tra i cittadini più giovani.
Voglio concludere, e non a caso, con l’Università; grazie all’istituzione del nuovo corso di laurea in economia, San Benedetto può ormai considerarsi, a pieno titolo, città universitaria con i suoi 350 studenti iscritti.
Sono 1.300.000,00 euro le somme complessivamente in bilancio per il triennio 2005/2007; soldi spesi bene, per un investimento importante considerato ciò che può restituire alla città in termini di cultura e sviluppo. Ecco quindi che, al di là delle legittime posizioni di parte, e delle diverse chiavi di lettura che si possono dare, la città cresce, è inequivocabile, si dota di nuovi servizi, di nuove offerte, e di importanti opere pubbliche, e. quello che più è importante sottolineare, senza appesantire i bilanci delle famiglie sambenedettesi; ciò assume un rilievo ancora maggiore se si considera l’attuale difficile contesto economico nazionale (ed internazionale).
Questo è quello che abbiamo fatto e che stiamo facendo, con tanto impegno, sacrifìci e buona fede, con la certezza che, alla fine del nostro mandato, riconsegneremo ai cittadini sambenedettesi una città migliore e più ricca”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 517 volte, 1 oggi)