SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prosegue il buon periodo della Tecno-Radio Azzurra Riviera delle Palme C/5 ha la meglio contro l’Autolelli (2 – 4) in quel di Ascoli e fa un bel balzo in avanti in classifica che la porta a ridosso della zona salvezza (quella attraverso la quale si eviterebbero i play-out). Il match, altamente delicato dato che si affrontava una diretta concorrente, non ha visto mai in sofferenza i rossoblu che si sono imposti con autorità, nonostante una prima frazione di gioco non esaltante.
In effetti, anche in tale gara si è riproposto il consueto canovaccio che vede i sambenedettesi partire con il freno a mano tirato, per poi rimontare. La prima rete, infatti, veniva realizzata dai padroni di casa, con il più classico dei contropiedi. In ogni modo, immediato era il pareggio degli ospiti ad opera di Camela, grazie ad una delle sue solite dirompenti discese sulla fascia. Dopo di che, ci pensava un Palumbo in grande spolvero ad evitare il vantaggio degli ascolani. Nella ripresa, la Tecno cambiava registro e quella che nella prima frazione di gioco era stata una manovra troppo precipitosa e confusionaria diveniva più lineare e ragionata.
Immediato era il vantaggio con Di Battista, abile a sfruttare un ottimo assist di Pallotta. I rivieraschi allungavano grazie ad Arcangelo Grossi che, con uno dei suoi soliti anticipi, si ritrovava di fronte all’estremo difensore ascolano e lo trafiggeva. Su calcio di punizione arrivava la quarta rete, sempre ad opera di Di Battista. I padroni di casa tentavano la rimonta, giocando anche con un uomo di movimento in più al posto del portiere, ma tale tattica di gioco fruttava solo una rete, su calcio di punizione.
Il 2- 4 finale permette ai rossoblu di portarsi ad un solo punto dalla zona salvezza, proprio a ridosso del Civitanova che, mercoledì sera (2 marzo), nel recupero della quinta giornata di ritorno (a suo tempo rinviata per neve), sarà di scena al Palasport “Speca? (ore 21,45).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 485 volte, 1 oggi)