GROTTAMMARE – *Le parole in libertà che leggiamo nell’intervento della signora Anna Amici, coordinatrice di Forza Italia, ci rendono doverosa una replica, di cui altrimenti avremmo fatto ben volentieri a meno visto che la valenza culturale e sociale del progetto “Vacanze senza barriere? è estremamente chiara. La delibera con cui il comune di Grottammare ha aderito al progetto “Azione turismo vacanze per tutti? è la numero 54 del 29 marzo 2004, ed è consultabile presso l’ufficio Segreteria.
Aggiungo altre precisazioni. Il comune di Grottammare, insieme ad altri 4 Comuni del territorio (San Benedetto, Acquaviva Picena, Monteprandone e Cupra Marittima), partecipa in quota parte all’impegno finanziario di 25.000 euro complessivi, di cui 15.000 a carico della Regione Marche (in base alla lr 53/97) e 10.000 a carico dei restanti Comuni. Il nostro impegno è di 1.500 euro, di cui 750 gravanti sui capitoli del Turismo e 750 su quelli dell’ Assitenza alla persona.
Il valore sociale e turistico del progetto “Vacanze senza barriere? è facilmente individuabile nel messaggio stesso con cui si promuove l’iniziativa, come sottolineava, anche in una intervista (rilasciata al periodico “Sviluppo&Sostenibilità), il presidente dell’Ambito sociale 21 nonché vicesindaco del Comune capofila, Pasqualino Piunti: “Una città deve essere a misura di tutti, una città turistica lo deve essere ancora di più?. A parte questo, basta dire che è un progetto di qualificazione e diversificazione dell’offerta turistica a favore delle fasce più deboli.
Invito la signora Anna Amici a documentarsi in maniera adeguata, prima di esternare, come dicevo all’inizio, parole in libertà. E’ pur vero che siamo in campagna elettorale, ma spero per tutti di non continuare a perdere tempo intorno a notizie destituite da ogni fondamento e che hanno credito solo perché manca la verifica della loro veridicità?.
*Luigi Merli, Sindaco di Grottammare

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 263 volte, 1 oggi)