SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riflettori puntati su Cattolica-Grottammare, l’anticipo di sabato che andrà in diretta tv su Raisat. Il tecnico dei biancoazzurri Izzotti predica la solita intelligenza, umiltà condita da quella scaltrezza sottoporta. L’importante è vincere per agguantare il prima possibile la salvezza e poi pensare ad altro (inteso come play off).
Dopo aver battuto la Jesina nel turno infrasettimanale, il Centobuchi ha l’arduo compito di far capitolare la Maceratese, la prima della classe. Con la riconquista del terzo posto, i ragazzi di mister Marocchi lotteranno a denti stretti per rimanere in griglia.
È derby tra Ripatransone e Acquaviva. Gli amaranto sono reduci tra ben tre settimane di stop forzato causa neve. Sono fermi dal giorno in cui la Sangiorgese (23 gennaio) ha interrotto gli otto risultati utili consecutivi. La troupe di Mascitti riprende da quella sconfitta lanciando la sfida ai rivali. La coppia Nannuzzi-Fiorino promette uno spettacolo di gol.
In casa dell’Acquaviva è il duo Balletta-Pezzuoli a ricevere la sfida dei colleghi di reparto. Dopo l’entusiasmante vittoria di sette giorni fa, la squadra del trainer Travaglini ha un disperato bisogno di ripetersi per allontanare sempre più lo spettro play out.
Riscatto è la parola d’ordine per il Porto d’Ascoli. Occorre contro la Castoranese una grande prova d’orgoglio per cancellare al delusione del tecnico Grilli in seguito all’opaco pareggio ottenuto con l’Azzurra Colli. Tre punti per risollevare una classifica a rischio retrocessione.
Anche la Cuprense sente la necessità di tornare ad essere quel rullo compressore che ha fatto spaventare qualsiasi avversario. Il match contro il Petritoli è l’occasione giusta per ritrovare il successo e allontanare la Sangiorgese dal primo posto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 251 volte, 1 oggi)