SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “E’ il servizio più importante che potevo rendere a S.Benedetto”. Il sindaco Martinelli prende carta e penna e scrive una lettera aperta ai cittadini sambenedettesi per tessere le lodi del nuovo Piano Regolatore. Il primo cittadino è consapevole del fatto che il nuovo Prg potrebbe segnare,una svolta ‘epocale’ per la città. “Non sarà un grande libro dei sogni, come accadeva in passato – precisa il primo cittadino – ma diventerà lo strumento che farà diventare reali quei segni e quei sogni attraverso la cessione gratuita delle aree attrezzate per vedere, insieme alla costruzione degli edifici, il sorgere di alberi, piazze, fontane, piste ciclabili”.
Il progetto della S.Benedetto che verrà ha visto la luce nei giorni scorsi e presto sarà illustrato alla cittadinanza, come annuncia lo stesso primo cittadino: “Il Piano è aperto a suggerimenti e consigli che possano migliorarne la qualità. Nei prossimi giorni individueremo le soluzioni pratiche migliori perché ogni cittadino possa conoscere meglio il piano ed essere messo in condizione di fare le proprie valutazioni”.
Riportiamo integralmente la lettera del Sindaco Martinelli:
*Desidero rivolgermi a tutti i sambenedettesi per fare chiarezza sul percorso sin qui compiuto verso il nuovo Piano regolatore della città.
Voglio ricordare che presi in campagna elettorale l’impegno di predisporre un nuovo Piano e quest’impegno ho voluto rispettare. Esso rappresenta il più importante “servizio? che potevo rendere a questa città, un investimento per il suo futuro. Questo piano si caratterizza per l’offerta di benessere in termini di servizi sociali, spazi verdi, piazze campi sportivi, collocati in ogni quartiere in modo da trasformare le parti periferiche in luoghi urbani caratterizzati da centralità e identità e da dotare quelle centrali di una qualità che oggi non hanno (Albula, Piazza S. G. Battista, ecc…).
Il Piano progetta una città più bella e funzionale, presenta il riordino e rafforzamento della viabilità, dei parcheggi, dei sottopassi ferroviari, tutela le risorse e le bellezze naturali del territorio, lo sviluppo delle attività economiche e del turismo, valorizza il mare e la spiaggia, la straordinaria risorsa portuale, ha attenzione ai problemi sociali come quello della casa.
Con il sistema della perequazione nessuno sarà discriminato: ciascuno potrà trovare ristoro alle proprie legittime aspirazioni e ai diritti acquisiti. Questo per ciò che riguarda i privati, che dunque possono stare tranquilli.
Per la parte pubblica, con la perequazione il PRG non è più, come accadeva in passato, un “grande libro dei sogni?, con previsioni di investimenti miliardari di fatto irrealizzabili, ma diventa lo strumento che darà effettività alle scelte operate e farà diventare reali quei segni e quei sogni attraverso la cessione gratuita delle aree attrezzate per vedere, insieme alla costruzione degli edifici, il sorgere di alberi, piazze, fontane, piste ciclabili.
Infine, ho voluto un ?percorso trasparente?. Aprendo le carte a Piano depositato e illustrato in Commissione consigliare, tutti possono prenderne visione: le forze politiche, le associazioni, i quartieri. Questo è un punto di partenza, non di arrivo. E’ un “Piano aperto? a suggerimenti e consigli che possano migliorarne la qualità, è suscettibile di modifiche anche prima della sua adozione e non solo dopo, come prevede la legge con l’istituto delle “osservazioni?.
Questo processo partecipativo è una garanzia per tutti e nei prossimi giorni individueremo le soluzioni pratiche migliori perché ogni cittadino possa conoscere meglio il piano ed essere messo in condizione di fare le proprie valutazioni.

*Il Sindaco Domenico Martinelli

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 466 volte, 1 oggi)