SAN BENEDETTO DEL TRONTO – *Noto con estremo piacere un vigoroso ritorno di attenzione sulla condizione di alcuni impianti sportivi comunali. Sono felice che quest’argomento cominci a riempire le pagine dei nostri giornali, non foss’altro perché, quando ho accettato quest’incarico, al di là di tutto, era e rimane il mio primario obiettivo lavorare ad un progetto di riqualificazione degli impianti cittadini lasciati in decadenza da oramai troppi anni.
Sull’ultimo numero del mensile “Rossoblù e dintorni? ho notato con altrettanto interesse il servizio a firma di Emidio Lattanzi, corredato da belle foto, sulle condizioni in cui versano gli impianti utilizzati dalla Samb calcio.
Premesso che sarebbe stato più corretto e trasparente nei confronti dei lettori ricordare che il sig. Lattanzi non è un giornalista qualsiasi, ma è l’addetto stampa della Samb (in che veste ha redatto l’articolo?), mi sento in dovere di mettere a disposizione del sig. Lattanzi, che certamente con altrettanta scrupolosità completerà il suo lavoro, altri documenti che evidenziano lo stato di altri impianti (che però non sono utilizzati dalla Samb) quali il Ballarin, l’Agraria, il Ragnola, il Torrione e il S. Lucia. E questo per rimanere in ambito calcistico…
Ho già ricordato, e ribadisco, che quest’Amministrazione, a differenza delle altre, farà seguire dei fatti alle parole e in questo senso si è da tempo cominciato a lavorare. Non voglio star qui a rifare l’elenco delle nuove strutture sorte o che sorgeranno entro pochi mesi. Preferisco sottolineare che ci siamo già impegnati economicamente, con il bilancio 2005, per la completa ristrutturazione della pista “Panfili? di pattinaggio e il rifacimento del tetto e del parquet del Palazzetto dello sport.
Circa gli impianti di calcio, abbiamo iniziato l’opera di riqualificazione partendo dal campo “Sabatino D’Angelo? del quartiere Agraria dove, entro un mese circa, saranno a disposizione, completamente ristrutturati, i 4 spogliatoi già esistenti e saranno completati i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto stesso.
Quello che proprio non accetto sono le polemiche strumentali che provengono da chi dovrebbe ritenersi ampiamente soddisfatto di quanto ottenuto da quest’Amministrazione comunale. La quale, oltre al contributo di 250.000 euro alle casse della Samb, ha già speso quasi un milione di euro per adeguare e mettere a norma lo stadio “Riviera delle Palme? (600.000 euro solo dall’insediamento di quest’Amministrazione) e ha da tempo deliberato un impegno di spesa pari al 50% del costo di realizzazione del campo in erba sintetica del “Ciarrocchi?. Noi abbiamo fatto la nostra parte, la società “Porto d’Ascoli? si è prodigata per reperire le migliori soluzioni sul mercato ed è pronta da mesi a realizzare l’intervento: forse qualcun altro non ha fatto il suo dovere e non ha ancora rispettato gli impegni presi…
Non è mio interesse polemizzare a tutti i costi, ma è bene fare chiarezza su diritti e doveri, è necessario che la collaborazione tra pubblico e privato sia reale e che si possa lavorare in sinergia per il bene della nostra città e soprattutto dei ragazzi che praticano lo sport.
*L’Assessore allo sport Pierluigi Tassotti

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 672 volte, 1 oggi)