SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Fine settimana all’insegna degli agganci in classifica: in serie A il Milan riacchiappa la Juve, in terza serie l’Avellino si porta ad un tiro di schioppo (un punto) dal Rimini. Una rincorsa che dura da ben tredici domeniche. Il vantaggio dei romagnoli adesso è davvero esiguo ed i favori dei pronostici – alla luce dei sei punti rosicchiati in questo girone di ritorno, ma soprattutto in vista dello scontro diretto che dovrà disputarsi in Irpinia – pende tutto dalla parte degli uomini di Cuccureddu.
Ieri pomeriggio, nei recuperi della 21esima giornata, i biancoverdi hanno sepolto sotto una goleada (4 reti) un Foggia che pure ha venduto cara la pelle, mentre il Rimini non è andato oltre il pari a Teramo (2-2).
Al Partenio, su un campo al limite della praticabilità, Avellino e Foggia si sono date battaglia dall’inizio alla fine, onorando al meglio il match. I padroni di casa prima si portano in vantaggio di due gol (doppietta di Biancolino che totalizza in biancoverde tre marcature), poi si fanno raggiungere ed infine, nell’ultimo quarto d’ora a disposizione, allungano segnando altre due reti con la complicità del portiere dei satanelli Effigie, non esente da colpe nelle due circostanze. Alla fine è festa grande per il pubblico di fede irpina che nel corso della gara aveva addirittura pregustato l’aggancio alla capolista, in grossa difficoltà al Comunale di Teramo, dove riesce nell’impresa di recuperare il doppio svantaggio grazie ad un inizio di ripresa da dimenticare da parte dei diavoli rossi. Agli acuti, nella prima frazione di gioco, di Marco Aurelio e Nicodemo, rispondono Muslimovic e Floccari in apertura di secondo tempo. Agli uomini di Acori, parsi in calo, il punto conseguito in Abruzzo, per come si erano messe le cose, può andare più che bene. Nevi a fior di pelle al contrario in casa biancorossa: negli spogliatoi il patron teramano Malavolta sputa veleno nei confronti del proprio allenatore Zecchini.
Risultato importante anche quello che scaturisce dal terzo recupero andato in onda ieri pomeriggio, ovvero quello tra Chieti e Cittadella. I veneti espugnano l’Angelini – si tratta della terza debacle interna per i teatini – grazie ad una rigore di Sgrigna (ne fallirà un altro nel secondo tempo) che consente alla squadra di Rolando Maran di ritrovare il successo esterno dopo l’exploit di Fermo dello scorso dicembre. Passo fondamentale in classifica per i granata che con i tre punti dell’Angelini scavalcano Chieti e Giulianova e si portano ad una lunghezza dal Martina.
In casa neroverde invece, dopo il fallimento della trattativa tra Buccilli e Berardi – l’imprenditore bresciano non ha presentato entro la giornata di ieri le dovute garanzie fideiussorie – si registra l’ennesima sconfitta (la nona) che ha il potere di relegare gli abruzzesi al terz’ultimo posto.

I tabellini dei recuperi della 21esima giornata:

AVELLINO – FOGGIA 4-2
RETI: 30` e 34` Biancolino (A), 44` Mounard (F), 54` Cellini (F), 75` Moretti (A), 85` Evacuo (A)
AVELLINO: Cecere, Ametrano, Moretti, Riccio, Criaco, Puleo, Rastelli, Fusco, Biancolino (46′ Vastola), Ghirardello (79′ Cinelli), Millesi (61′ Evacuo) – Allenatore Cuccureddu.
FOGGIA: Efficie, Galeotti (44′ Pagliarulo), Filippi, Moro, Tomei, Micco (80′ Cimarelli), Grieco (65′ Nardini), Stefani, Cellini, Catalano, Mounard – Allenatore Morgia.
ARBITRO: Roland Herberg (Messina)
AMMONITI: Tomei, Filippi (F), Biancolino, Vastola, Criaco, Fusco (A)
ESPULSI: 60′ Moro (F), 77′ Vastola (A)
Spettatori: 2.784 paganti, 2.221 abbonati. Incasso di 33.775,60 euro.

TERAMO – RIMINI 2 – 2
Reti: 39’Marco Aurelio, 42′ Nicodemo, 55′ Muslimovic, 58′ Floccari.
TERAMO: Mancini , Vincenti , Angeli, Nicodemo, Ola (dall’84’ Ferri), Marco Aurelio, Sturba (dal 63′ Favasuli), Scarchilli, Beretta, Bondi, Chiamese ( dal 75′ Taua) – Allenatore: Zecchini.
RIMINI: Dei, Mastronicola, Bravo (dal 68′ Federici), D’Angelo, Di Giulio ( dall’84’ Russo), Di Fiordo, Trotta, Tasso, Floccari (dal 65′ Docente), Ricchiuti, Muslimovic – Allenatore: Acori.
Arbitro: Velotto di Grosseto
Ammoniti: Ricchiuti (R), Sturba e Nicodemo (T)
Spettatori: 1.690 paganti, 821 abbonati. Incasso di 24.030 euro.

CHIETI – CITTADELLA 0-1
Reti: 17’ Sgrigna (rig.)
CHIETI: Sciarrone, Minardi, Bonfanti, Serao (dal 72’ Sanna), Lacrimini, Zaccagnini (dal 46’ Di Vito), Di Cecco, D’Aniello, Saverino, Guariniello, Rossetti (dal 46’ Bigianti) – Allenatore Donati.
CITTADELLA: Peresson, Borriero, Cozza, Giacobbo, Stancanelli, Mazzocco, Musso (dall’80’ Mazzoleni), Carteri (dall’86’ Dilani), Sgrigna, De Gasperi, Colussi (dal 67’ Marchesan) – Allenatore Maran
Arbitro: Nicodano di Milano
Ammoniti: D’Aniello (CH), Stancanelli, Musso, Cozza, Giacobbo e Mazzocco (Citt.)
Espulsi: Saverino e Sanna (CH)
Spettatori: 646 paganti (non ci sono abbonati). Incasso di 8.800 euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 465 volte, 1 oggi)