SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Lega Navale di San Benedetto e il Circolo Nautico Sambenedettese alzano il tiro e, in relazione al problema della nuova darsena turistica, chiedono a breve un incontro con le forze politiche di San Benedetto.
Le due associazioni sambenedettesi, in una nota seguente il loro ultimo incontro del 15 febbraio, ribadiscono lo stato di precarietà in cui sono soggette. Dopo una prima richiesta di concessione della nuova darsena turistica risalente allo scorso mese di settembre, richiesta che però ha generato “uno stato di inspiegabile e pregiudizievole assenza di riscontri?, e dopo una ulteriore richiesta inoltrata al Sindaco Martinelli lo scorso 17 gennaio, le due associazioni hanno “deciso di procedere per un accertamento dello stato degli atti procedurali e di eventuali responsabilità o pretestuosità nei gravi ritardi ormai in essere.?
Nella nota si legge che sia la Capitaneria di Porto che il Sindaco di San Benedetto del Tronto non hanno dato alcuna risposta alle loro richieste, ovvero la “richiesta di concessione demaniale marittima di specchi acquei e di banchine nell’ambito della zona sud – nuova darsena turistica?; proprio lo scorso 17 gennaio è stato presentato al Sindaco Martinelli il progetto richiedendo un incontro urgente, così come voluto espressamente da Martinelli nella precedente riunione del 22 ottobre 2004.
“A tutt’oggi – spiegano il Circolo Nautico e la Lega Navale – nè la Capitaneria di Porto nè l’Amministrazione Comunale hanno fornito alcun tipo di riscontro
Alla luce degli ultimi avvenimenti che hanno portato al danneggiamento di alcune colonnine dell’impianto antiincendio con ulteriore aggravio di costi e soprattutto ritardi per l’eventuale assegnazione delle opere. Siamo quasi certi che anche per la prossima stagione utile il nuovo approdo resterà deserto con riferimento alle finalità per cui è stato progettato.?
“Il tutto – continuano le due associazioni – in danno e mortificazione di un ingente investimento pubblico regionale. Ritenendo fortemente dannoso il clima di incertezza e di silenzio attuale che perdurando ancora porterebbe inevitabilmente la struttura verso un processo di decadimento incomprensibile e ritenendo allo stato attuale di poter essere le uniche Associazioni in grado di offrire un’esperienza pluriennale di gestione di sodalizi senza scopo di lucro e di offrire garanzie in relazione alle opere necessarie per l’attivazione concreta della darsena.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 582 volte, 1 oggi)