SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Molti si lamentano per la mancanza di spazi per lo sport. E’ davvero così o si tende ad esagerare?
Soddisfare le esigenze di tutte le società non è facile. Noi abbiamo delle strutture decenti rispetto ad altre realtà, ma cercheremo sempre di migliorare per dare ai nostri giovani spazi dignitosi.
Quali saranno i principali interventi dell’Amministrazione Comunale?
Mi sto impegnando affinché tutti gli sportivi possano svolgere le loro attività in ambienti sani, decorosi e soprattutto sicuri per la salute. Abbiamo degli impianti vecchi su cui cercheremo di intervenire. Ristruttureremo entro il 2005 la pista di pattinaggio “Panfili? e il palazzetto dello sport “Speca?. Per San Benedetto sia la pista di pattinaggio che il palasport possono avere valenza turistica sportiva.
Non si potrebbe ipotizzare l’accordo con i comuni limitrofi per la gestione comune di luoghi sportivi?
Per quanto riguarda le palestre io credo che bisogno non ce n’è, qui ci sono. Oltre a quella inaugurata al Paese Alto, inaugureremo la palestra “Curzi? e la palestra dell’Agraria e in più ci sarà la tensostruttura per la ginnastica che andrà a soddisfare quella fascia di sportivi che ancora non avevano trovato la giusta collocazione.
Come pensa di soddisfare l’altissima richiesta di strutture sportive?
Abbiamo una richiesta assurda di spazio, ma crediamo che con queste quattro palestre riusciremo a smaltire parecchie richieste. Programmando un paio di interventi strutturali all’anno riusciremo a rendere nel giro di 4-5 anni gli impianti sportivi di questa città vivibili e utilizzabili sia dai cittadini che dai turisti.
Qualcuno vorrebbe cambiare la solita Festa dello Sport in una vera e propria “Fiera dello Sport?. E’ d’accordo?
Ben vengano tutte le idee che sono connesse al mondo dello sport. Cercheremo attraverso la Consulta, organo importante che ci darà la possibilità di confrontarci con i vari esponenti di tutte le società sportive, di tirare fuori qualcosa di buono.
C’è una disuguaglianza di trattamento tra la Samb Calcio e gli altri sport?
Probabilmente sì. Ma conosco i problemi delle società dilettantistiche e quelli della Samb: sono convinto che lo stanziamento che abbiamo fatto alla Samb ha aperto prospettive interessanti a tutto il mondo sportivo minore. Già da quest’anno possiamo intervenire con quasi 250mila euro per la messa a norma di alcun impianti. Merito dell’Ufficio Sport, delle pressioni di molte società e dell’emendamento del Consiglio comunale dove si è preteso, all’epoca del contributo alla Samb, che lo stesso trattamento venga riservato alle società minori. Se non avessimo concesso quel contributo alla Samb, tutto probabilmente sarebbe rimasto così.
L’area Brancadoro diventerà “cittadella dello sport??
L’area Brancadoro sarà quasi totalmente adibita ad attrezzature sportive ma ci sarà una piccola zona residenziale. Voglio rassicurare che sarà un’area adibita per il 90% ad attrezzature sportive e per il 10% a residenziale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 646 volte, 1 oggi)