SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo le due settimane di stop stabilite dalla Lega Calcio Dilettanti a causa dell’eccezionale ondata di maltempo che ha investito anche le Marche, il campionato ha ripreso il suo corso anche se a singhiozzo. In Prima Categoria, sabato scorso, sono stati disputati quattro degli otto incontri in programma per via dell’abbondante neve ancora presente.
Tuttavia i match che si sono giocati hanno riconfermato la Cuprense come squadra cinica e battagliera mai sazia di vittorie. Il successo interno sulla Grottese ha aumentato ulteriormente il distacco dalle inseguitrici (sono dieci i punti) avvicinandosi, probabilmente, in anticipo al titolo finale. Gli avversari, se vogliono soffiargli il primato, hanno l’obbligo di mantenere lo stesso passo dei gialloblu per poi sferrare l’attacco decisivo durante gli scontri diretti.
Per cui Sangiorgese e Acquasanta, ancora con due gare da recuperare tra cui il match che le vede opposte una all’altra, non possono abbassare la guardia. Sono le formazioni che in questo momento sono in grado di tener testa alla Cuprense creandogli dei significativi fastidi.
Affollata la zona play off. Sette squadre per due soli posti. Petritoli (26 punti con una gara da recuperare), Atletico Piceno (26 punti con una gara da recuperare), Comunanza (26 punti con una gara da recuperare), Monticelli (25 punti con due gare da recuperare), Grottese (25 punti con una gara da recuperare), Ripatransone (25 punti con due gare da recuperare) e Porto d’Ascoli (24 punti con due gare da recuperare) sono le squadre che si daranno battaglia per il quarto e quinto posto.
In coda c’è bagarre. Acquaviva (21 punti con due gare da recuperare), Pagliare (20 punti con due gare da recuperare), Castoranese (19 punti con una gara da recuperare), Azzurra Colli (19 punti con una gara da recuperare), Offida (15 punti con una gara da recuperare) e Amandola (15 punti con due gare da recuperare) sono in lotta per la salvezza ed evitare o la retrocessione diretta o la lotteria dei play out. Il destino è ancora lungo dal pronunciarsi. Quando marzo sarà terminato forse qualche verdetto sarà pronunciato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 540 volte, 1 oggi)