RIPATRANSONE – Le lancette del tempo tornano indietro di quattrocento anni al Teatro Mercantini di Ripatransone: domani alle 21:15 è prevista la prima nazionale dello spettacolo “Nati sotto contraria stella? di William Shakespeare.
La proposta, che sembrerebbe un ultra-classico, è in realtà una novità assoluta nel panorama nazionale: infatti lo spettacolo è totalmente aderente al teatro elisabettiano seicentesco, quando in Inghilterra le compagnie dovevano “evocare? più che “rappresentare?. Al tempo gli attori erano tutti uomini, le scenografie asciutte, il pubblico coinvolto nelle scene; inoltre, per mancanza di professionisti, ogni attore compariva in diversi ruoli (tecnica del “doubling?). Ecco allora una pattuglia di sessantenni (tali sono cinque attori sui sette che saranno in scena), che rappresenteranno la storia d’amore tra Romeo e Giulietta, in un palco arredato semplicemente con alcune canne di bambù e bidoni, che gli attori stessi monteranno.
Fenomenale dovrebbe essere il momento del bacio tra Ruggero Dondi (Giulietta con tanto di barba canuta) e Salvatore Dandolina, che impersonificherà Romeo: insomma, come accadeva nelle rappresentazioni del Seicento, la tragedia si trasformerà in farsa. Si piange come da copione, ma si ride come non si potrebbe mai immaginare.
Tra gli attori impegnati nello spettacolo ci sono nomi noti al grande pubblico, come Pier Francesco Loche (anchor-man sardo ai tempi di “Avanzi? su RaiTre), Ernesto Mahieux (vincitore del David di Donatello 2003 per l’intepretazione del film “L’imbalsamatore?), Salvatore Dandolina (ricordate il Marrabbio di “Kiss me Licia??).
Il regista dello spettacolo, l’appena trentenne Leo Muscato, assicura che si tratta di una rappresentazione “che lascerà spazio all’immaginazione, che è la funzione rimasta al teatro. Gli attori reciteranno mantenendo le proprie caratteristiche, a partire dal linguaggio che non sarà impostato ma conterrà le cadenze regionali di ognuno.? Il produttore dell’avvenimento, l’altrettanto giovane Vittorio Ciarrocchi della Leart di Grottammare, ha dichiarato che “siamo consapevoli che la ricchezza culturale del nostro territorio debba essere fonte di esportazione di eventi e non solo di importazione.?
Infatti “Natti sotto contraria stella?, dopo la riproposizione al Teatro Ventidio Basso di Ascoli venerdì prossimo, partirà per una tournèe italiana che si interromperà questa estate e riprenderà il prossimo autunno. I costi stimati sono di 60.000 euro.
Carlo Lanciotti della “Compagnia dei Folli? di Ascoli Piceno ha espresso la sua “soddisfazione perché questo territorio comincia ad esportare cultura anche senza ottenere alcun tipo di finanziamento.?
L’assessore alla cultura di Ripatransone, Remo Bruni, si augura che l’avvenimento di domani faccia registrare un “tutto esaurito al Teatro Mercantini?, anche perché quella culturale può diventare una forma di economia importante per Ripatransone.
Inizialmente lo spettacolo di domani doveva essere ripreso dalle telecamere di UnoMattina, ma a causa del maltempo la Rai ha fatto slittare le riprese ad una delle rappresentazioni successive. Sembra che l’evento otterrà anche una recensione de “Il Corriere della Sera?.
Il costo del biglietto è di soli 10 euro. Nella mattinata di domani, alle ore 10:30, si terrà un’anteprima dello spettacolo per gli studenti del Liceo Mercantini di Ripatransone.
Per informazioni e prenotazioni: te. 0735.736302, fax 0735.731392, e-mail info@leart.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 927 volte, 1 oggi)