ASCOLI PICENO – Un giovane di 25 anni, Enrico Civita, ascolano, è stato arrestato dalla polizia di Ascoli Piceno per violazione di sepolcro e sottrazione di cadavere. Avrebbe profanato il 1 gennaio scorso nel cimitero comunale il sepolcro di un neonato morto nel settembre del 1998, trafugando la bara. Il giorno successivo, l’avrebbe abbandonata nei pressi del cimitero di Piagge. Alla base del gesto un amore respinto, e una serie di assurde rappresaglie contro la famiglia della ragazza. Su questo e altri indizi ‘gravi e concordanti’ poggia l’ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita stamani a carico del giovane per fare dispetto alla zia del bimbo, che non voleva più saperne di lui.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 803 volte, 1 oggi)