GROTTAMMARE – Prove tecniche di accordo tra i gestori della Discoteca Sugo e l’Amministrazione Comunale di Grottammare.
Come noto, a partire da sabato scorso nelle vie prossime alla Discoteca Sugo sono stati posti dei divieti di sosta, nel tentativo di ridurre i disagi da causati dai clienti ai residenti della zona, che si sono lamentati per gli schiamazzi notturni. Il divieto di parcheggio riguarda sia via Valtesino che alcune strade laterali.
La decisione ha scatenato delle polemiche politiche a Grottammare tra il Sindaco Luigi Merli e il consigliere di Alleanza Nazionale Raffaele Rossi. Dopo aver dato spazio ai due “contendenti?, abbiamo ascoltato il parere del gestore della discoteca Natalino Mori e del Dj Gianni Schiuma.
“Oggi era in programma un incontro con i rappresentazione dell’Amministrazione Comunale – spiega Natalino Mori – che è stato rimandato a causa dell’influenza che mi ha costretto a letto. Ad ogni modo apprezziamo la buona volontà dell’Amministrazione Comunale, con la quale cercheremo di trovare una soluzione migliore.?
Mori sottolinea come, negli undici anni che esiste la discoteca (precedentemente chiamata Ghibli), non si siano mai verificati, nella zona, problemi di viabilità, almeno nelle ore notturne (mentre la Valtesino è notoriamente una strada a rischio e trafficata durante il giorno). Tuttavia la decisione, come ha spiegato il sindaco Merli, è stata presa dopo i colloqui con il Comitato di Quartiere: i giovani, uscendo dalla discoteca, infastidivano i residenti.
“Sia chiaro – è sempre Mori che parla – quando si ospitano, ogni sabato dalle mille e cinquecento alle duemila persone, può sempre capitare di trovare chi è più vivace, o persino l’imbecille che urla e sbatte il portello dell’auto. Noi siamo disposti anche a pagare dei posteggiatori che garantiscono la massima tranquillità all’esterno della discoteca, ma la questione degli schiamazzi è da risolvere in maniera diversa rispetto ad una decisione che riguarda soltanto la viabilità.?
Qualche risentimento, da parte dei gestori della discoteca, c’è, dovuto al fatto che hanno preso atto del provvedimento senza avere la possibilità di interloquire né con l’Amministrazione Comunale né con il Comitato di Quartiere. Prima della decisione c’erano state soltanto delle comunicazioni informali che non lasciavano presagire la vastità del divieto di sosta. “In questo modo – interviene il Dj Gianni Schiuma – con il divieto di parcheggio nelle vicinanze della discoteca, i clienti sono costretti a lasciare le auto ancora più vicino alle abitazioni e devono percorrere una distanza maggiore a piedi, con il rischio di infastidire i residenti più di prima. Ad ogni modo noi siamo una discoteca tranquilla, non ci sono mai state risse né incidenti.?
Tutto, quindi, è rimandato ai prossimi giorni, quando ci sarà l’incontro con l’Amministrazione Comunale. Natalino Mori comunque lancia una provocazione: “Se per una partita della Samb, con 4.000 spettatori, sono presenti un centinaio di poliziotti, perché noi non dobbiamo avere a disposizione neanche una pattuglia? Noi siamo disposti persino a pagare le persone per regolare il flusso esterno, ma che poi ci si dia una mano.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 675 volte, 1 oggi)