GIULIANOVA – E’ giunta nella serata di ieri la notizia dell’esonero di Augusto Gentilini alla guida del Giulianova Calcio (il tecnico romano era già stato informato della decisione presa dal sodalizio abruzzese in tarda mattinata). L’ex allenatore dell’Aquila nel campionato in corso, in virtù degli altalenanti risultati del clan giallorosso, è stato più volte sul punto di lasciare l’Abruzzo. La definitiva svolta è arrivata all’indomani della sconfitta interna (la quinta stagionale) subita contro il Foggia, disfatta che ha seguito di appena una settimana il deludente pari in occasione dell’altro scontro diretto contro il Chieti.
Il presidente Quartiglia ha deciso di affidare la panchina giallorossa ad Agatino Cuttone, 45enne tecnico siciliano il quale avrà il compito di risollevare, negli undici incontri che rimangono da qui alla fine della stagione regolare, le sorti della classifica del Giulianova, attualmente al quint’ultimo posto in graduatoria, ad una sola lunghezza dal Chieti, il quale però domenica prossima deve recuperare l’incontro della 21esima giornata contro il Cittadella, rinviata lo scorso 30 gennaio a causa della neve.
Cuttone, dopo una discreta carriera da calciatore (difensore) nella quale ha vestito le maglie di Reggina, Torino, Catanzaro, Cesena – è stato una bandiera dei romagnoli per otto stagioni – Perugia e Baracca Lugo, ha iniziato ad allenare nel ’94, come responsabile delle Giovanili del Cesena. Le altre esperienze in panchina sono state quelle di Marsala, Vercelli, Catanzaro, Cesena (prima squadra) e Gualdo. Con gli umbri l’anno passato Cuttone ha sfiorato la C1 perdendo la finale play off al cospetto della Sangiovannese.
Cuttone domani mattina dirigerà il primo allenamento e interpellato circa la nuova avventura cui si accinge a gettarsi, ha dichiarato: “Ci sarà molto da lavorare, m ala prima cosa da fare è quella di restituire la tranquillità, fiducia nei propri mezzi ed entusiasmo alla squadra. Con l’aiuto dei tifosi, che so molto caldi e appassionati, potremo poi fare il resto.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 364 volte, 1 oggi)